Panorama Assicurativo Ania

Newsletter

Gennaio 2012 - N°99

Focus - UE - Statistiche - Normativa - News

Statistiche

🇪🇺 Circolazione stradale

EUROSTAT: I DATI SUL PARCO VEICOLI PER IL TRASPORTO DI PASSEGGERI E MERCI IN EUROPA

Vehicle fleet statistics at regional level – 07.12.2011

Eurostat


Visualizza il documento


L’Ufficio statistico europeo, Eurostat, ha pubblicato nelle scorse settimane i dati europei – su scala regionale e aggiornati a marzo 2011 – sul trasporto stradale. I dati analizzano il “tasso di motorizzazione” (autovetture per abitante) e il ruolo dei mezzi di trasporto pubblico (autobus, filobus e pullman). I risultati pongono in evidenza notevoli differenze nella struttura del trasporto passeggeri su strada tra le regioni occidentali, centrali e orientali dell’Unione europea.

In riferimento al “tasso di motorizzazione”, il dato regionale europeo più elevato (registrato in Italia, in Valle d’Aosta) è risultato 10 volte superiore al dato europeo più contenuto. Il dato registrato in Valle d’Aosta, inoltre, è superiore di circa il 40% a quello della regione che si colloca al secondo posto nella graduatoria europea relativa al numero di autovetture per abitante (quella di Flevoland, in Olanda). Sempre in riferimento al nostro Paese, inoltre, il rapporto Eurostat segnala che in Italia sono collocate 11 delle 20 regioni europee caratterizzate dal più elevato “tasso di motorizzazione”.

I dati evidenziano una demarcazione tra le regioni occidentali e quelle orientali dell’Unione europea, ove le prime sono caratterizzate da una più elevata “densità veicolare” rispetto alle seconde. Nell’Europa occidentale, le eccezioni sono costituite da Danimarca, Irlanda e Grecia, caratterizzate da tassi di motorizzazione relativamente bassi.
Nell’Europa centrale e orientale, invece, le regioni con i tassi di motorizzazione più alti sono ubicate nella Repubblica Ceca, in Lituania e in Polonia. Per contro, le sette regioni con il più basso numero di autovetture per abitante risultano tutte in Romania, seguite dal Peloponneso (Grecia), dalla zona di Vychodne Slovensko (Slovacchia) e dall’area urbana dell’ “Inner London” nel Regno Unito.

La consistente differenza dei “tassi di motorizzazione” nelle regioni europee è spesso legata a questioni economiche: la Valle d'Aosta, ad esempio, è caratterizzata da prezzi della benzina particolarmente bassi. Oppure, un certo numero aree adiacenti a grandi centri urbani sono parimenti caratterizzate da un elevato numero di autovetture, (presumibilmente per effetto di notevoli flussi di pendolari): ne sono esempio le regioni di Flevoland (Olanda), del Cheshire (Regno Unito), il Lazio e l’Attica in Grecia. Anche numerose regioni insulari spiccano per i loro elevati “tassi di motorizzazione”, come Åland in Finlandia, le Isole Baleari in Spagna, la Sicilia e la Corsica.
Quanto alle statistiche relative ai veicoli destinati al trasporto pubblico, sono le regioni di alcuni paesi dell'Europa centrale e orientale a segnalare le percentuali più alte nel rapporto fra “mezzi pubblici” e “parco veicoli adibito a trasporto di persone” nel suo complesso (in questo senso, al “top” si pongono alcune regioni della Romania, della Bulgaria e della Lettonia). Sul versante occidentale, invece, il Regno Unito è caratterizzato da un numero elevato di veicoli per abitante ma, al tempo stesso, da una quota consistente di mezzi adibiti al trasporto pubblico.

Per quanto attiene ai dati relativi ai veicoli adibiti al trasporto merci, invece, non sono riscontrabili significative differenze tra l’Est e l’Ovest europeo.

Le aree caratterizzate dal più alto numero di veicoli merci sono entrambe situate nel bacino del Mediterraneo: si tratta delle regioni spagnole dell’Andalusia e della Catalogna (snodi commerciali verso il Nordafrica), seguite dalla Lombardia (situata nel cuore dei “corridoi” del trasporto merci internazionale tra Italia, Francia, Svizzera e Austria).

La percentuale dei veicoli adibiti al trasporto merci rispetto del parco circolante, dipende, di norma, da una serie di fattori geografici ed economici e dallo stato della rete viaria (diffusione della rete autostradale, collegamenti con linee ferroviarie, porti e aeroporti).
Tenuto conto di tali fattori, le percentuali più elevate di veicoli merci sono riscontrabili nelle regioni del Nord Europa, in particolare in Danimarca e Finlandia; nel Regno Unito, per contro, si concentrano cinque delle dieci regioni con minor incidenza percentuale di veicoli adibiti al trasporto merci.

Altri articoli della Newsletter

Focus

🌎 Assicurazione danni

SWISS RE SIGMA N. 4/2011: L’INNOVAZIONE DI PRODOTTO NELL’ASSICURAZIONE DANNI

🌎 Assicurazioni, Paesi emergenti

L’INDUSTRIA ASSICURATIVA NEI PAESI EMERGENTI: I DRIVER DELLA CRESCITA E DELLA REDDITIVITA’. STUDIO SWISS-RE/SIGMA

🇪🇺 Solvency II

UN MODELLO DI REINTERPRETAZIONE DEL SOLVENCY CAPITAL REQUIREMENT TRAMITE L’UTILIZZO DI FORMULE ANALITICHE

🇪🇺 Rischio longevità, Solvency II, Solvibilità

MODELLI PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI LONGEVITA’ AI FINI DI SOLVENCY II

Fondi pensione, Investimenti

OCSE: GLI INVESTIMENTI DEI FONDI PENSIONE NEL SETTORE DELLE INFRASTRUTTURE. UN CONFRONTO INTERNAZIONALE

🌎 Assicurazione vita, Cartolarizzazione, Rischio longevità

RISCHIO DI LONGEVITA’: RIASSICURAZIONE O CARTOLARIZZAZIONE? L’IMPATTO DEI REQUISITI REGOLAMENTARI

🇺🇸 Assicurazione malattia, Rischio

LA CLASSIFICAZIONE DEI RISCHI NELL’ASSICURAZIONE SANITARIA

🌎 Asset-Liability Management

IL RUOLO DEL “ LIFE-CYCLE INVESTING” NEL “PRIVATE WEALTH MANAGEMENT”. UNO STUDIO EDHEC

UE

Fondi pensione, Solvibilità

STABILITA’ E RISCHI DI ASSICURAZIONI E FONDI PENSIONE IN EUROPA: IL SECONDO FINANCIAL STABILITY REPORT EIOPA PER IL 2011

Solvency II

LA CALIBRAZIONE DEI RISCHI ASSICURATIVI RAMI DANNI NELLA FORMULA STANDARD DI SOLVENCY II: REPORT EIOPA

Reporting, Solvency II

3° PILASTRO DI SOLVENCY II: CONSULTAZIONE EIOPA SUI “FINANCIAL STABILITY REPORTING TEMPLATES”

Fondi pensione, Informativa pre-contrattuale

RASSEGNA EIOPA SULLE INFORMAZIONI PRECONTRATTUALI AGLI ADERENTI AI FONDI PENSIONE

Educazione finanziaria

EIOPA: REPORT SULLE INIZIATIVE DELLE AUTORITA’ DI VIGILANZA NAZIONALI IN MATERIA DI “FINANCIAL EDUCATION”

Fusioni e acquisizioni

PUBBLICA CONSULTAZIONE SULLA REVISIONE DELLA DIRETTIVA FUSIONI E ACQUISIZIONI NEL SETTORE FINANZIARIO

Statistiche

🇮🇹 Ricchezza, Risparmio

LA RICCHEZZA DELLE FAMIGLIE ITALIANE, ANNO 2010: NUOVA EDIZIONE DELL’INDAGINE BANKITALIA

🇮🇹 Long-term care

PUBBLICATO IL SECONDO RAPPORTO SULLA NON AUTOSUFFICIENZA IN ITALIA

🇪🇺 Analisi dei mercati

LE CIFRE DELL’ASSICURAZIONE EUROPEA NEL 2010. REPORT STATISTICO DEL CEA

🇪🇺 Assicurazione vita

UNO SGUARDO ALL’ANDAMENTO DELL’ASSICURAZIONE VITA NEL 2011 IN ALCUNI PAESI DELL’AREA EURO

🇪🇺 Circolazione stradale

EUROSTAT: I DATI SUL PARCO VEICOLI PER IL TRASPORTO DI PASSEGGERI E MERCI IN EUROPA

🇪🇺 Distribuzione del reddito

PUBBLICATI DA EUROSTAT I DATI REGIONALI SUL REDDITO DELLE FAMIGLIE EUROPEE

Long-term care

LONG-TERM CARE SOTTO LA LENTE DELL’OCSE: DOMANDA, OFFERTA, E FINANZIAMENTO DEI SERVIZI DI ASSISTENZA

🇺🇸 Assicurazione vita

I DATI DELL’ASSICURAZIONE VITA NEGLI STATI UNITI: RAPPORTO ACLI 2011

🌎 Analisi dei mercati

MAPFRE: RANKING DEI PRIMI 25 GRUPPI ASSICURATIVI OPERANTI IN AMERICA LATINA

🇦🇷 Analisi dei mercati

EVOLUZIONE DEL MERCATO ASSICURATIVO IN ARGENTINA NEGLI ULTIMI 10 ANNI

🇨🇳 Assicurazione vita

CINA: OUTLOOK STABILE PER L’ASSICURAZIONE VITA NEL PROSSIMO BIENNIO. REPORT DI FITCH

🇨🇳 Assicurazione danni

CRESCONO CONCORRENZA E ONERI PER SINISTRI NELL’ASSICURAZIONE DANNI CINESE. REPORT DI FITCH

🌎 Analisi dei mercati

SWISS RE: EVOLUZIONE RECENTE DELL’ASSICURAZIONE MONDIALE E PROSPETTIVE PER IL BIENNIO 2012-2013

🌎 Calamità naturali

DANNI DA CATASTROFI NATURALI E “MAN-MADE” NEL 2011: LE STIME PRELIMINARI DI SWISS RE

Normativa

🌎 Conglomerati finanziari

PRINCIPI PER LA VIGILANZA SUI CONGLOMERATI FINANZIARI: “CONSULTATIVE REPORT” DEL JOINT FORUM

🇬🇧 Crisi finanziaria

LA CRISI DELLA ROYAL BANK OF SCOTLAND NEL 2008: UN REPORT FSA FA LUCE SULLE CAUSE

🇫🇷 R.C. Medica

FRANCIA: VERSO LA RIFORMA DELLA RC DEI PROFESSIONISTI DEL SETTORE SANITARIO

News

🇪🇺 Discriminazione

CEA: GLI IMPATTI ECONOMICI DEL DIVIETO DI DISCRIMINAZIONE IN BASE AL SESSO IN ASSICURAZIONE

🇫🇷 Calamità naturali

LA TEMPESTA “JOACHIM” IN FRANCIA: TRA 180 E 250 MILIONI DI EURO I DANNI ASSICURATI

🇬🇧 Gestione tecnica, Solvency II

MODELLI PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO CATASTROFALE E SOLVENCY II. REPORT ABI

🇬🇧 Assicurazione danni

REGNO UNITO: PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE ASSICURATIVO DANNI

🇳🇱 Assicurazioni, Fondi pensione, Investimenti, Titoli di Stato

ASSICURAZIONI E FONDI PENSIONE OLANDESI DETENGONO CIRCA 290 MILIARDI IN TITOLI DI STATO DELL’AREA EURO

🇪🇸 Assicurazione vita

PIU’ DELL’80% DEGLI SPAGNOLI NON SI SENTE ECONOMICAMENTE “PROTETTO” DA GRAVI IMPREVISTI

🇺🇸 Risparmio previdenziale

IL MODELLO DI RISPARMIO DEL CICLO DI VITA ADATTATO ALLE SCELTE PREVIDENZIALI DOPO LA CRISI

🇺🇸 Sicurezza stradale

“GUIDA DISTRATTA” E INCIDENTI STRADALI. UNA RASSEGNA DI STUDI DAGLI STATI UNITI

🇲🇽 Solvibilità

L’ASSICURAZIONE IN MESSICO IN MARCIA VERSO SOLVENCY II

🇯🇵 Calamità naturali

PREVISTA L’INTRODUZIONE, ENTRO IL 2015, DI UN FONDO PER LA COPERTURA DEL RISCHIO CAT-NAT NELLA REGIONE PACIFICO-ASIATICA

🇮🇳 Assicurazione malattia

INDIA: IN VISTA NUOVE REGOLE PER LA VENDITA DI PRODOTTI MALATTIA

🇹🇭 Calamità naturali

ALLUVIONE IN TAILANDIA: STIME DEGLI ONERI ASSICURATIVI DA PARTE DI SWISS RE E MUNICH RE

🇹🇭 Calamità naturali

TAILANDIA: IN VISTA L’ISTITUZIONE DI UN FONDO PUBBLICO CONTRO LE ALLUVIONI?

🇮🇩 Analisi dei mercati

INDONESIA: POSITIVE LE ATTESE PER IL SETTORE VITA NEL 2012

🌏 Nuovi mercati

LE PREVISIONI DI SWISS RE PER IL MERCATO ASSICURATIVO IN ASIA: CRESCITA SOSTENUTA NEL 2012

Analisi dei mercati

GLI EFFETTI DELLA “PRIMAVERA ARABA” SULL’INDUSTRIA ASSICURATIVA. REPORT DI AM BEST

🌎 Gestione

IMPRESE ASSICURATRICI MEDIE E PICCOLE: LE STRATEGIE VINCENTI SECONDO MILLIMAN

🌎 Calamità naturali

MODELLI PER LA GESTIONE DEI RISCHI CATASTROFALI. REPORT DI GUY CARPENTER