Panorama Assicurativo Ania

Newsletter

Gennaio 2012 - N°99

Focus - UE - Statistiche - Normativa - News

Statistiche

🇮🇹 Long-term care

PUBBLICATO IL SECONDO RAPPORTO SULLA NON AUTOSUFFICIENZA IN ITALIA

Secondo Rapporto sulla non-autosufficienza in Italia – Assistenza territoriale e cure domiciliari - novembre 2011

Angelo Lino del Favero (a cura di)


Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
www.lavoro.gov.it/


Visualizza la pagina di presentazione

Visualizza il rapporto


Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato, lo scorso mese di novembre, il “2° Rapporto sulla non-autosufficienza in Italia – Assistenza territoriale e cure domiciliari”.
Il documento descrive la dimensione del problema su scala nazionale, approfondisce gli aspetti sociali e sanitari che ne conseguono (particolare attenzione, in tal senso, viene dedicata alle “reti assistenziali” e ai servizi di cura domiciliare) e sottolinea l’urgenza di una rivisitazione complessiva - in ambito nazionale, regionale e locale - della materia, al fine di meglio disciplinare non solo la dimensione socio-sanitaria e assistenziale, ma anche gli aspetti fiscali e previdenziali legati alla non-autosufficienza.
La rilevanza di quanto precede appare particolarmente chiara se si fa riferimento – come avviene nel Rapporto – alle stime dell’OMS: nel 2050 “ci saranno molti più nonni che nipoti”, gli “over 60” passeranno da 650 milioni a 2 miliardi di individui e, a partire dal 2020, il volume della popolazione anziana in Europa sarà superiore a quanto i sistemi sanitari nazionali potranno finanziariamente sostenere.
L’Italia, in particolare, risulta essere uno dei Paesi europei con il maggior indice di invecchiamento, il che determinerà una crescita esponenziale delle spese di cura nel prossimo futuro.

In riferimento alla realtà italiana, nel rapporto viene indicata la necessità di definire una “cornice” nazionale delle politiche socio-sanitarie (PSN 2011 – 2013), come pure di realizzare una maggior integrazione tra soggetti istituzionali (Regioni – ASL – Comuni) e tra pubblico e privato non profit, in una prospettiva di promozione della “sussidiarietà orizzontale”.
Si invita, inoltre, a riformare i “Livelli Essenziali di Assistenza” (LEA), dedicando maggiore spazio, ad esempio, alle cure domiciliari e alla figura del “care-giver familiare”. Si auspica anche una riforma dell’indennità di accompagnamento, che attualmente rappresenta una buona metà della spesa pubblica (erogata dall’INPS) per la “Long-Term Care”.
La riforma dovrebbe essere realizzata secondo una prospettiva di trasferimento alle Regioni delle competenze in materia, “per traslare”, nella dimensione più vicina al cittadino, l’integrazione tra apporti monetari e servizi assistenziali erogati dal soggetto pubblico.

Un altro aspetto rilevante evidenziato nel Report è quello della “sostenibilità” del sistema, ovvero quello dell’equilibrio tra le risorse disponibili e i bisogni dell’anziano non autosufficiente. E’ un aspetto che risulta legato a diverse determinanti:
a) l’efficienza, l’efficacia e l’appropriatezza dei servizi pubblici e privati di assistenza. Necessità primaria è quella di colmare le diseguaglianze territoriali che ancora caratterizzano l’offerta dei servizi: in questo senso, il rapporto analizza nel dettaglio l’intera “filiera” sanitario-assistenziale;
b) lo sviluppo del secondo pilastro, in particolare i fondi sanitari integrativi, con incentivi per la destinazione di specifiche quote di spesa alla coperture del rischio di non-autosufficienza;
c) l’introduzione di forme di compartecipazione alla spesa, in particolare nell’ambito della “home care”, secondo principi di equità e di “best practices”;
d) la promozione di sane abitudini di vita e del principio di “invecchiamento attivo”.

Il Rapporto affronta, infine, la delicata questione del ruolo familiare nei percorsi assistenziali legati alla Long-Term Care e sottolinea l’apporto delle nuove tecnologie (ad esempio, la “telemedicina”) alla continuità assistenziale (anche grazie alla possibilità di monitorare a distanza le condizioni del paziente).

Altri articoli della Newsletter

Focus

🌎 Assicurazione danni

SWISS RE SIGMA N. 4/2011: L’INNOVAZIONE DI PRODOTTO NELL’ASSICURAZIONE DANNI

🌎 Assicurazioni, Paesi emergenti

L’INDUSTRIA ASSICURATIVA NEI PAESI EMERGENTI: I DRIVER DELLA CRESCITA E DELLA REDDITIVITA’. STUDIO SWISS-RE/SIGMA

🇪🇺 Solvency II

UN MODELLO DI REINTERPRETAZIONE DEL SOLVENCY CAPITAL REQUIREMENT TRAMITE L’UTILIZZO DI FORMULE ANALITICHE

🇪🇺 Rischio longevità, Solvency II, Solvibilità

MODELLI PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI LONGEVITA’ AI FINI DI SOLVENCY II

Fondi pensione, Investimenti

OCSE: GLI INVESTIMENTI DEI FONDI PENSIONE NEL SETTORE DELLE INFRASTRUTTURE. UN CONFRONTO INTERNAZIONALE

🌎 Assicurazione vita, Cartolarizzazione, Rischio longevità

RISCHIO DI LONGEVITA’: RIASSICURAZIONE O CARTOLARIZZAZIONE? L’IMPATTO DEI REQUISITI REGOLAMENTARI

🇺🇸 Assicurazione malattia, Rischio

LA CLASSIFICAZIONE DEI RISCHI NELL’ASSICURAZIONE SANITARIA

🌎 Asset-Liability Management

IL RUOLO DEL “ LIFE-CYCLE INVESTING” NEL “PRIVATE WEALTH MANAGEMENT”. UNO STUDIO EDHEC

UE

Fondi pensione, Solvibilità

STABILITA’ E RISCHI DI ASSICURAZIONI E FONDI PENSIONE IN EUROPA: IL SECONDO FINANCIAL STABILITY REPORT EIOPA PER IL 2011

Solvency II

LA CALIBRAZIONE DEI RISCHI ASSICURATIVI RAMI DANNI NELLA FORMULA STANDARD DI SOLVENCY II: REPORT EIOPA

Reporting, Solvency II

3° PILASTRO DI SOLVENCY II: CONSULTAZIONE EIOPA SUI “FINANCIAL STABILITY REPORTING TEMPLATES”

Fondi pensione, Informativa pre-contrattuale

RASSEGNA EIOPA SULLE INFORMAZIONI PRECONTRATTUALI AGLI ADERENTI AI FONDI PENSIONE

Educazione finanziaria

EIOPA: REPORT SULLE INIZIATIVE DELLE AUTORITA’ DI VIGILANZA NAZIONALI IN MATERIA DI “FINANCIAL EDUCATION”

Fusioni e acquisizioni

PUBBLICA CONSULTAZIONE SULLA REVISIONE DELLA DIRETTIVA FUSIONI E ACQUISIZIONI NEL SETTORE FINANZIARIO

Statistiche

🇮🇹 Ricchezza, Risparmio

LA RICCHEZZA DELLE FAMIGLIE ITALIANE, ANNO 2010: NUOVA EDIZIONE DELL’INDAGINE BANKITALIA

🇮🇹 Long-term care

PUBBLICATO IL SECONDO RAPPORTO SULLA NON AUTOSUFFICIENZA IN ITALIA

🇪🇺 Analisi dei mercati

LE CIFRE DELL’ASSICURAZIONE EUROPEA NEL 2010. REPORT STATISTICO DEL CEA

🇪🇺 Assicurazione vita

UNO SGUARDO ALL’ANDAMENTO DELL’ASSICURAZIONE VITA NEL 2011 IN ALCUNI PAESI DELL’AREA EURO

🇪🇺 Circolazione stradale

EUROSTAT: I DATI SUL PARCO VEICOLI PER IL TRASPORTO DI PASSEGGERI E MERCI IN EUROPA

🇪🇺 Distribuzione del reddito

PUBBLICATI DA EUROSTAT I DATI REGIONALI SUL REDDITO DELLE FAMIGLIE EUROPEE

Long-term care

LONG-TERM CARE SOTTO LA LENTE DELL’OCSE: DOMANDA, OFFERTA, E FINANZIAMENTO DEI SERVIZI DI ASSISTENZA

🇺🇸 Assicurazione vita

I DATI DELL’ASSICURAZIONE VITA NEGLI STATI UNITI: RAPPORTO ACLI 2011

🌎 Analisi dei mercati

MAPFRE: RANKING DEI PRIMI 25 GRUPPI ASSICURATIVI OPERANTI IN AMERICA LATINA

🇦🇷 Analisi dei mercati

EVOLUZIONE DEL MERCATO ASSICURATIVO IN ARGENTINA NEGLI ULTIMI 10 ANNI

🇨🇳 Assicurazione vita

CINA: OUTLOOK STABILE PER L’ASSICURAZIONE VITA NEL PROSSIMO BIENNIO. REPORT DI FITCH

🇨🇳 Assicurazione danni

CRESCONO CONCORRENZA E ONERI PER SINISTRI NELL’ASSICURAZIONE DANNI CINESE. REPORT DI FITCH

🌎 Analisi dei mercati

SWISS RE: EVOLUZIONE RECENTE DELL’ASSICURAZIONE MONDIALE E PROSPETTIVE PER IL BIENNIO 2012-2013

🌎 Calamità naturali

DANNI DA CATASTROFI NATURALI E “MAN-MADE” NEL 2011: LE STIME PRELIMINARI DI SWISS RE

Normativa

🌎 Conglomerati finanziari

PRINCIPI PER LA VIGILANZA SUI CONGLOMERATI FINANZIARI: “CONSULTATIVE REPORT” DEL JOINT FORUM

🇬🇧 Crisi finanziaria

LA CRISI DELLA ROYAL BANK OF SCOTLAND NEL 2008: UN REPORT FSA FA LUCE SULLE CAUSE

🇫🇷 R.C. Medica

FRANCIA: VERSO LA RIFORMA DELLA RC DEI PROFESSIONISTI DEL SETTORE SANITARIO

News

🇪🇺 Discriminazione

CEA: GLI IMPATTI ECONOMICI DEL DIVIETO DI DISCRIMINAZIONE IN BASE AL SESSO IN ASSICURAZIONE

🇫🇷 Calamità naturali

LA TEMPESTA “JOACHIM” IN FRANCIA: TRA 180 E 250 MILIONI DI EURO I DANNI ASSICURATI

🇬🇧 Gestione tecnica, Solvency II

MODELLI PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO CATASTROFALE E SOLVENCY II. REPORT ABI

🇬🇧 Assicurazione danni

REGNO UNITO: PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE ASSICURATIVO DANNI

🇳🇱 Assicurazioni, Fondi pensione, Investimenti, Titoli di Stato

ASSICURAZIONI E FONDI PENSIONE OLANDESI DETENGONO CIRCA 290 MILIARDI IN TITOLI DI STATO DELL’AREA EURO

🇪🇸 Assicurazione vita

PIU’ DELL’80% DEGLI SPAGNOLI NON SI SENTE ECONOMICAMENTE “PROTETTO” DA GRAVI IMPREVISTI

🇺🇸 Risparmio previdenziale

IL MODELLO DI RISPARMIO DEL CICLO DI VITA ADATTATO ALLE SCELTE PREVIDENZIALI DOPO LA CRISI

🇺🇸 Sicurezza stradale

“GUIDA DISTRATTA” E INCIDENTI STRADALI. UNA RASSEGNA DI STUDI DAGLI STATI UNITI

🇲🇽 Solvibilità

L’ASSICURAZIONE IN MESSICO IN MARCIA VERSO SOLVENCY II

🇯🇵 Calamità naturali

PREVISTA L’INTRODUZIONE, ENTRO IL 2015, DI UN FONDO PER LA COPERTURA DEL RISCHIO CAT-NAT NELLA REGIONE PACIFICO-ASIATICA

🇮🇳 Assicurazione malattia

INDIA: IN VISTA NUOVE REGOLE PER LA VENDITA DI PRODOTTI MALATTIA

🇹🇭 Calamità naturali

ALLUVIONE IN TAILANDIA: STIME DEGLI ONERI ASSICURATIVI DA PARTE DI SWISS RE E MUNICH RE

🇹🇭 Calamità naturali

TAILANDIA: IN VISTA L’ISTITUZIONE DI UN FONDO PUBBLICO CONTRO LE ALLUVIONI?

🇮🇩 Analisi dei mercati

INDONESIA: POSITIVE LE ATTESE PER IL SETTORE VITA NEL 2012

🌏 Nuovi mercati

LE PREVISIONI DI SWISS RE PER IL MERCATO ASSICURATIVO IN ASIA: CRESCITA SOSTENUTA NEL 2012

Analisi dei mercati

GLI EFFETTI DELLA “PRIMAVERA ARABA” SULL’INDUSTRIA ASSICURATIVA. REPORT DI AM BEST

🌎 Gestione

IMPRESE ASSICURATRICI MEDIE E PICCOLE: LE STRATEGIE VINCENTI SECONDO MILLIMAN

🌎 Calamità naturali

MODELLI PER LA GESTIONE DEI RISCHI CATASTROFALI. REPORT DI GUY CARPENTER