Panorama Assicurativo Ania

Newsletter

Dicembre 2005 - N°27

Focus - UE - Statistiche - Normativa - News

News

🇨🇭 Auto

Il 2006 all’insegna dell'aumento dei premi per gli assicurati più anziani



È dello scorso 18 novembre la notizia secondo la quale la Compagnia elvetica Zurigo Assicurazioni, secondo più grande assicuratore nel ramo veicoli motorizzati, ha deciso di aumentare del 10% i premi ai conducenti con più di 70 anni di età a partire dal 1° gennaio del nuovo anno.

Infatti, secondo quanto si evince dall’articolo, dopo la classe dei conducenti di età ricompresa tra i 18-20 anni quella dei settantenni risulta la classe che provoca più incidenti.
I responsabili del sito elvetico che compara i premi assicurativi (comparis.ch) non sono sorpresi di questi aumenti; infatti, anche altri assicuratori di minore importanza hanno già adottato le loro tariffe per le persone anziane e questa, secondo la responsabile del settore auto, Johanna Setter, rappresenta una tendenza generale.

Secondo l’analisi comparativa effettuata nella primavera del 2004 sulla base delle statistiche elvetiche, comparis.ch aveva in effetti già concluso che i più anziani pagavano troppo.
Benché, come rilevato, questi due gruppi di assicurati (giovani con meno di 20 anni ed anziani con più di 60 anni) abbiano una sinistrosità maggiore, solo i giovani pagano dei premi per la responsabilità civile più elevati.

In altri termini, solo gli assicurati con meno di 60 anni pagano oggi un premio corrispondente al loro rischio potenziale di fare un incidente.

Il Presidente del Consiglio svizzero degli anziani, la signora Angeline Fankhauser, ha contestato le cifre, affermando che nella tariffazione occorrerebbe tenere conto anche del numero dei chilometri percorsi.

Il Presidente della compagnia svizzera TCS, Edgar Schorderet, ha affermato che gli anni di esperienza alla guida giocano un ruolo importante per valutare il rischio incidenti al pari dei chilometri percorsi. Egli, inoltre, ha aggiunto che le persone anziane commettono incidenti nelle brevi distanze.

La signora Frankhauser ha messo fortemente in dubbio i dati diffusi con il rapporto “Viasicura”, secondo il quale il 15% delle persone anziane rinuncerebbe volontariamente alla patente; poi però analizzando un pò meglio i dati si riscontra che chi vi rinuncia prima dei 65 anni non sono presi nemmeno in considerazione dalle statistiche.

La Frankhauser ironizza anche sulla tendenza generalizzata da parte delle compagnie a suddividere la popolazione in gruppi di rischio, facendo pagare di più prima i giovani conducenti che statisticamente sono quelli più ad alto tasso di sinistrosità, poi i guidatori stranieri e gli automobilisti anziani. La stessa arriva a chiedersi chi saranno i prossimi ad essere penalizzati ipotizzando con sarcasmo le donne in cinta e gli obesi.

Una considerazione che merita un’attenta riflessione è che forse l’aumento dei premi a favore degli anziani non porterà alcun cambiamento in termini di sinistri: si prevede, infatti, che pochi saranno nei fatti coloro che rinunceranno alla patente specie se poi questo si traduce in una forte penalizzazione in termini di mobilità ed integrazione nella società.

Per ulteriori informazioni segnaliamo l’articolo “Des primes plus élevées pour les aînés ” di Ariane Gigon Bormann, edito il 18 novembre 2005 in Zurich

Altri articoli della Newsletter

Focus

🇬🇧 Pensioni, Previdenza, Riforme

PRENDE FORMA LA RIVOLUZIONE PREVIDENZIALE

🇨🇳 Assicurazioni sociali, Riforme

LE ASSICURAZIONI SOCIALI IN CINA

🇬🇧 Auto, Sicurezza stradale

IL CANTO DELLE SIRENE STRADALI

🇯🇴 Cultura assicurativa

L’AMMISSIBILITÀ DEL CONCETTO DI PREMIO SECONDO LA LEGGE CORANICA

🇨🇦 Analisi dei mercati, Assicurazione danni

ACCESSIBILITÀ E SOSTENIBILITÀ ASSICURATIVA NEL CANADA ATLANTICO

UE

🇪🇺 Lotta alle discriminazioni

INDAGINE DELLA COMMISSIONE EUROPEA: LA “DIVERSITÀ” SUL POSTO DI LAVORO FORNISCE UN CONTRIBUTO IMPORTANTE ALLA CARENZA DI MANODOPERA A LIVELLO COMUNITARIO

🇪🇺 Frode

INSEDIATO IL NUOVO COMITATO DI SORVEGLIANZA DELL'UFFICIO EUROPEO PER LA LOTTA ALLE FRODI

🇪🇺 Relazioni industriali

PUBBLICATO IL DIZIONARIO EUROPEO SULLE RELAZIONI INDUSTRIALI

🇪🇺 Flussi migratori

LA COMMISSIONE HA PRESENTATO IL PIANO SULLA REGOLAMENTAZIONE DEI FLUSSI MIGRATORI

🇪🇺 Fusioni

ADOTTATA LA DIRETTIVA SULLE FUSIONI TRANSFRONTALIERE

Statistiche

🇨🇴 Assicurazioni

COLOMBIA: ALCUNI DATI SIGNIFICATIVI SUL MERCATO ASSICURATIVO NEL 2004

🇰🇷 Vita

COREA DEL SUD: L’ANDAMENTO DELLA RACCOLTA ASSICURATIVA VITA DAL 1992 AL 2005

🇪🇪 Assicurazioni

ESTONIA: L’ANDAMENTO DELLA RACCOLTA ASSICURATIVA NEL 2004

Normativa

Diritti previdenziali

OLANDA: NON È CONTRARIA ALLA NORMATIVA COMUNITARIA LA DISPOSIZIONE NAZIONALE CHE PREVEDE IL PRELIEVO CONTRIBUTIVO SUI REDDITI PERCEPITI ALL’INTERNO DEL TERRITORIO NAZIONALE DA UN SOGGETTO RESIDENTE IN ALTRO STATO MEMBRO

News

🇺🇸 Terrorismo

Il nuovo TRIA è legge

🇨🇳 Sicurezza Sociale

L’assistenza sociale agli anziani è diventata una priorità

🇩🇪 Sanità

Poca fiducia nella sanità pubblica e privata

🇨🇳 Nuovi mercati

Quattro fronti per lo sviluppo

🇪🇺 Pensioni

È molto discussa la proposta di un innalzamento dell’età pensionabile

🇩🇪 Analisi dei mercati

Poche donne manager nelle assicurazioni

🇯🇵 Concorrenza, Vita

Cresce la concorrenza nel vita

🇮🇳 Politiche di investimento

Ok all’investimento in derivati

🇨🇿 Previdenza

Introdotto il sistema contributivo per fronteggiare l’insostenibilità del sistema pensionistico

🇨🇳 Popolazione e condizioni di vita

La vita da pensionato dà poche soddisfazioni

🇿🇦 Vita

Piano per l’accessibilità alle coperture vita

🇨🇭 Auto

Il 2006 all’insegna dell'aumento dei premi per gli assicurati più anziani

🇺🇸 Catastrofi naturali

Katrina: maggiori indennizzi per i danni ai beni