Panorama Assicurativo Ania

🇬🇧 Rischio di liquidità, Solvency II

LA VIGILANZA BRITANNICA (PRA) SUL RISCHIO DI LIQUIDITA’ PER LE ASSICURAZIONI

“Liquidity Risk Management for insurers” (SUPERVISORY STATEMENT / POLICY STATEMENT) WEBPAGE DI PRESENTAZIONE E SUPERVISORY STATEMENT - SS 5/19, 24 Sep. 2019) WEBPAGE DI PRESENTAZIONE E POLICY STATEMENT - PS 18/19 (CP4/19), 24 Sep. 2019


PRA – PRUDENTIAL REGULATION AUTHORITY (BANK OF ENGLAND)
https://www.bankofengland.co.uk/


BOE/PRA SS 5/19, Link alla WEBPAGE DI PRESENTAZIONE e ai documenti correlati

BOE/PRA SS 5/19, Link al DOCUMENTO

BOE/PRA PS 18/19, Link alla WEBPAGE DI PRESENTAZIONE e ai documenti correlati

BOE/PRA PS 18/19, Link al DOCUMENTO


 

Il 24 settembre, la Prudential Regulation Authority (PRA) del Regno Unito ha pubblicato nuova documentazione di vigilanza (Policy Statement PS18/19 e Supervisory Statement SS5/19) in materia di rischio di liquidità delle imprese assicuratrici.

Supervisory Statement SS 5/19

Il documento  definisce le aspettative dell'Autorità in merito al framework  per la gestione del rischio di liquidità delle imprese assicuratrici, secondo le norme vigenti  (PRA Rulebook,  Solvency II framework  e  vigilanza di gruppo).

Gli aspetti  affrontati nello Statement riguardano:

  • lo sviluppo e il mantenimento di politiche, sistemi, controlli, processi  opportuni e adeguati (cap. 2);
  • l'identificazione dei principali driver del rischio di liquidità (cap. 3);
  • la progettazione e la realizzazione di analisi di scenario “forward-looking”,   programmazione di stress test (cap. 4);
  • considerazioni in merito all'inclusione di assets altamente liquidi nel buffer (cap. 5);
  • utilizzo di quantitative metrics e di strumenti di misurazione e monitoraggio dei drivers relativi al rischio di liquidità (cap. 6);
  • efficace pianificazione di emergenza (Contingency Planning, cap. 7).

Il Supervisory Statement identifica alcune questioni “chiave” in materia di gestione del rischio di liquidità da parte delle imprese, ma non rappresenta una guida esaustiva; PRA riconosce infatti le caratteristiche di “unicità” del liquidity risk mix di ciascuna compagnia (o gruppo) e si aspetta, pertanto, che ogni impresa applicherà i contenuti dello Statement alla luce delle dimensioni, della natura e della complessità delle proprie attività.

Policy Statement PS 18/19

Il documento fornisce un feedback alle risposte pervenute in merito al Consultation Paper  4/19 "Liquidity Risk Management for Insurers”. PRA ha ricevuto tredici risposte, sulla base delle quali sono state apportate alcune modifiche alla proposta originaria.  Gli emendamenti più significativi riguardano i chiarimenti sulle aspettative della vigilanza in merito a:

  • definizione dei limiti nell’ambito della propensione al rischio (liquidity risk framework appetite) di un’impresa;
  •  ruolo del Board (e di qualsiasi Risk Committee all’interno del Board) nella gestione del rischio di liquidità e nella definizione del buffer.

Sono stati forniti, inoltre, maggiori dettagli sulla funzione e sulle caratteristiche del liquidity buffer.