Panorama Assicurativo Ania

🇪🇺 Brexit, Equivalenza

COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE IN MATERIA DI EQUIVALENZA E REPORT DI ANALISI DEL PARLAMENTO UE

COMMUNICATION FROM THE COMMISSION to the European Parliament, the Council, the European Central Bank, the European Economic and Social Committee and the Committee of the Regions - “Equivalence in the area of financial services” COM(2019)349 final, 29.07.2019 and ANNEX «Third country equivalence in EU banking and financial regulation » IN-DEPTH ANALYSIS (EP, August 2019) - EGOV, Economic Governance Support Unit


EUROPEAN COMMISSION
https://ec.europa.eu/

EUROPEAN PARLIAMENT
http://www.europarl.europa.eu/


EUROPEAN COMMISSION, Link al TESTO DELLA COMUNICAZIONE - COM(2019)349 final, 29.07.2019

EUROPEAN COMMISSION, Annex alla COMUNICAZIONE - COM(2019)349 final, 29.07.2019

EUROPEAN PARLIAMENT - Link al TESTO DEL DOCUMENTO In-Depth Analysis



A fine luglio, la Commissione europea ha pubblicato una Comunicazione (COM(2019)349 final e Allegato) in materia di equivalenza dei Paesi terzi nell’ambito dei servizi finanziari. Secondo la Commissione, la Comunicazione rappresenta uno strumento “chiave” per promuovere la realizzazione di mercati finanziari aperti, efficienti ed improntati ad equità, in grado di operare nell'ambito di un rigoroso quadro prudenziale e di condotta.

In un documento (“In-Depth Analysis”)  - pubblicato dal Parlamento europeo nel mese di agosto -  viene sottolineato che la Comunicazione della Commissione rappresenta uno strumento essenziale e ha natura e carattere “generale”, pur se pubblicata a pochi mesi dalla Brexit e dall’“Exit Day” (posticipato da fine marzo a fine ottobre 2019); essa definisce un regime più “forte” (e maggiori garanzie) in relazione a Paesi definiti "di grande impatto".

Nella sua “Analysis” (versione aggiornata di un precedente documento dell’aprile 2018) il Parlamento europeo fornisce un approfondimento dei più recenti sviluppi in materia di equivalenza nell’ambito della regolamentazione bancaria e finanziaria UE, in termini di governance e processi decisionali (Sezione 1), di quadro regolamentare e di vigilanza (per l'accesso regolamentato delle imprese di paesi “terzi” al mercato interno - Sezione 2).  Viene inoltre fornita una panoramica del possibile ruolo dei regimi di equivalenza nel contesto della Brexit (Sezione 3) e delle questioni regolamentari e di vigilanza “Brexit-related” (Sezione 4).