Panorama Assicurativo Ania

🌎 Assicurazione malattia, Assicurazione vita, Innovazione digitale

UN MODELLO DI PRICING DELLE COPERTURE VITA E SALUTE CON L’UTILIZZO DELLA TECNOLOGIA PORTABILE

“A Conceptual Model for Pricing Health and Life Insurance Using Wearable Technology” (Risk Management and Insurance Review, Volume 21, Issue 3, Winter 2018)

Michael MCCREA, Mark FARRELL


WILEY ONLINE LIBRARY
https://onlinelibrary.wiley.com/


WILEY Link alla WEBPAGE di PRESENTAZIONE


Così come nel settore bancario, le nuove tecnologie stanno avendo un impatto molto rilevante anche nell'industria assicurativa. Un aspetto di questo cambiamento deriva dall'enorme quantità di dati resa disponibile dall'Internet of Things (IoT), il che consente alle imprese di assicurazione di valutare puntualmente i rischi cui i propri assicurati sono esposti. Nel paper si evidenziano i potenziali benefici che la disponibilità di dati raccolti tramite strumenti portabili ("wearable devices") può consentire, in particolare ai fini della determinazione del pricing dei prodotti assicurativi vita e salute.


Scopo degli Autori è verificare il potenziale offerto dai dati raccolti tramite strumenti tecnologici portabili al fine della valutazione del rischio e del pricing dei prodotti da parte delle imprese assicuratrici.

In tale prospettiva, viene elaborato un modello di rischio concettuale che utilizza i dati forniti dagli strumenti tecnologici e classifica l’esposizione al rischio degli assicurati rispetto alla rischiosità della popolazione complessiva.
Gli assicurati sono classificati in gruppi a basso rischio, a rischio aumentato e ad alto rischio; dopo aver aggiustato i risultati per tener conto dell’età e del genere, l’analisi evidenzia un elevato livello di significatività nelle previsioni della mortalità.
I soggetti ad alto rischio, ad esempio, evidenziano hazard ratios pari a 2.1 volte quelli dei soggetti a basso rischio, il che può essere interpretato come un equivalente aumento di 7,8 anni delle rispettive età.

I risultati dimostrano le capacità previsive di nuovi fattori di valutazione del rischio, che possono essere agevolmente incorporati nei modelli attuariali di pricing. L’approccio rappresenta, altresì, un passo iniziale per l’inclusione di dati ottenibili -  in via continuativa -  da “device” portabili negli attuali modelli di rischio delle imprese assicuratrici.