Panorama Assicurativo Ania

Alluvioni, Calamità naturali

LA GESTIONE FINANZIARIA E ASSICURATIVA DEL RISCHIO ALLUVIONI: I DIVERSI APPROCCI, I RELATIVI COSTI E BENEFICI. REPORT OCSE

“Financial Management of Flood Risk”


OECD - ORGANISATION FOR ECONOMIC CO-OPERATION AND DEVELOPMENT
http://www.oecd.org


OECD Link al REPORT



L’OCSE ha pubblicato un report sulla gestione finanziaria e assicurativa del rischio alluvione. Il documento si basa su un’indagine svolta in 27 Paesi, caratterizzati da diversi approcci nella gestione del rischio alluvione e differenti livelli di sviluppo economico: da Francia, Spagna, Giappone e Stati Uniti sino a Messico, Myanmar, Filippine, Perù, Turchia. Non è compresa l’Italia.

Le alluvioni costituiscono uno dei più comuni e devastanti rischi naturali e colpiscono ogni anno -  su scala mondiale -  circa 250 milioni di persone, causando mediamente danni per circa 40 miliardi di dollari.

Per affrontare questo rischio esiste un’ampia varietà di modelli gestionali, che coniugano in maniera differente le diverse esigenze: disponibilità e accessibilità della copertura, solidarietà tra le diverse aree geografiche, incentivo verso comportamenti improntati alla prevenzione.

La partnership tra settore privato e settore pubblico si rivela molto diffusa anche se, nei sistemi dove sono stati istituiti schemi assicurativi "misti", si è ancora lontano da quella che può essere considerata una copertura universalistica: di conseguenza, una quota rilevante dei sinistri potenziali rimane ancora a carico delle famiglie, delle imprese e, in ultima analisi, dello Stato.

Il report evidenzia, inoltre, i seguenti aspetti:

  • la valutazione dell’esposizione alle alluvioni, comprese le variabili connesse al cambiamento climatico, costituisce un prerequisito per la loro gestione finanziaria e assicurativa; la valutazione dei costi-benefici di un trasferimento del rischio e dei diversi approcci possibili deve partire da tale valutazione;
  • vi sono alcune difficoltà, nell’assicurabilità del rischio alluvioni, che hanno portato a un significativo gap di copertura: l’apporto dei Governi è fondamentale per garantire una valida e diffusa copertura assicurativa. Alcuni Paesi collegano la possibilità di insediamento abitativo o produttivo alla disponibilità di assicurazione;
  • in linea generale, lo strumento assicurativo più efficace nel garantire l'universalità della copertura si rivela essere lo schema che lega obbligatoriamente la copertura alluvioni alla polizza per abitazioni ed edifici. Inoltre, se lo strumento assicurativo incentiva comportamenti di prevenzione, il suo contributo alla gestione del rischio è massimizzato;
  • è fondamentale un efficace ed effettivo coordinamento tra Paesi, anche nell’individuazione dello schema gestionale ottimale del rischio alluvione.