Panorama Assicurativo Ania

🌎 Pensioni, Welfare

CONTRIBUTI PREVIDENZIALI ED ETA’ PENSIONABILE: IMPATTI SOCIALI, ECONOMICI, ATTUARIALI. UN PAPER IAA

Determination of retirement and eligibility ages: actuarial, social and economic impacts


IAA – INTERNATIONAL ACTUARIAL ASSOCIATION
http://www.actuaries.org/


IAA Releases Paper on Determination of Retirement and Eligibility Ages: Actuarial, Social and Economic Impacts (IAA PRESS RELEASE, March 18, 2016)

IAA - Link al PAPER


IAA – International Actuarial Association ha recentemente pubblicato un paper che esamina alcuni aspetti legati alla determinazione dell’età pensionabile, ponendone in evidenza gli impatti sul piano sociale, economico e attuariale.
Si pone l’accento sul fatto che – su scala mondiale -  esistono notevoli differenze in termini di età pensionabile per il settore pubblico e quello privato, come pure sul fatto che sono molto variabili gli approcci e le tendenze verso eventuali incentivi (o disincentivi) al pensionamento precoce/tardivo. Tuttavia, le decisioni in materia di età pensionabile sottintendono il mantenimento della sostenibilità dei sistemi previdenziali, nonché dell’adeguatezza ed equità dei benefit pensionistici erogati.

L’aumento della longevità e il decremento della fertilità stanno determinando l’invecchiamento della popolazione e la crescita del tasso di dipendenza in molti Paesi, una situazione aggravata dagli effetti deleteri del protrarsi di bassi tassi di interesse e scarsa redditività degli investimenti. Tale contesto implica il progressivo accentuarsi della pressione sui piani pensionistici aziendali, sui sistemi di social security, sulle finanze nazionali dei singoli Paesi.

A tali problemi di financial pressure si sta tentando di dare risposta attraverso politiche di aumento dell’età pensionabile e di “convergenza” con riguardo alle differenze ancora esistenti, quanto all’età di accesso, tra uomini e donne. Effetti negativi di tali politiche potrebbero insorgere soprattutto a carico delle fasce di popolazione economicamente più fragili e, pertanto, più bisognose del supporto della social security.

Il paper conclude evidenziando, comunque, che il rialzo dell’età pensionabile continua a rappresentare una soluzione praticabile per realizzare riforme strategiche mirate alla creazione di sistemi previdenziali sostenibili e bilanciati e minimizzare eventuali effetti negativi a carico delle fasce di popolazione più vulnerabili.
In tale contesto, il ruolo degli attuari si rivela fondamentale per valutare gli effetti delle eventuali modifiche dell’età pensionabile; il lavoro degli attuari permette il modeling di complesse alterazioni di fattori economici e demografici all’interno dei sistemi previdenziali e consente di valutare sia i conseguenti costi complessivi sia la loro distribuzione tra le diverse fasce di popolazione e le generazioni a venire.