Panorama Assicurativo Ania

🇫🇷 Assicurazione vita, Risparmio

IL RISPARMIO DELLE FAMIGLIE FRANCESI E IL CONFRONTO CON L’EUROPA: FOCUS BANQUE DE FRANCE

“Épargne des ménages - 1er et 2ème trimestres 2015” “L’épargne des ménages français : davantage drainée par les produits réglementés qu’orientée par les mécanismes de marché” (Focus)


BANQUE DE FRANCE
https://www.banque-france.fr/


BANQUE DE FRANCE Epargne des mnages primo semestre 2015

BANQUE DE FRANCE Epargne des mnages - Focus

ARGUS DE LASSURANCE - Epargne : 4 415 Md dans le bas de laine des mnages franais (Banque de France) C. MOL-GENLIS -20.08.2015


Nel corso degli ultimi 15 anni, il patrimonio finanziario delle famiglie francesi è aumentato in misura significativa: secondo Banque de France, gli investimenti finanziari hanno raggiunto i 4.415 miliardi di euro a fine marzo 2015 (contro i 2.478 miliardi del 2000).

L’aumento ha interessato soprattutto i prodotti caratterizzati da trattamento fiscale agevolato e da “remunerazione regolamentata” (prodotti bancari gestiti e contratti di assicurazione vita), a scapito di azioni, obbligazioni e quote di OIC. Il risparmio gestito e i contratti vita hanno così rappresentato il 52% del patrimonio finanziario delle famiglie nel 2014, contro il 44% nel 2000.

Se è vero che gli effetti della crisi finanziaria hanno contribuito a dirigere in maggior misura i flussi di risparmio verso i prodotti bancari (57 miliardi nel 2012, contro 21 miliardi per il comparto assicurativo vita), una volta superata la crisi la ripresa dei prodotti vita è stata rapida (38 miliardi già nel 2013).
Inoltre, indica Banque de France, la tendenza attuale favorisce questi ultimi, che hanno rappresentato il 37% del totale investimenti delle famiglie francesi nel 2014 (50 miliardi, di cui 1.343 miliardi nell’acquisto di fondi in euro). Gli investimenti in prodotti bancari, per contro, hanno mantenuto un peso vicino ai livelli del 2000.

Il Focus della Banque de France riporta anche un confronto fra i maggiori paesi europei quanto alla ripartizione del risparmio finanziario delle famiglie nei principali strumenti di investimento dal 2000 al 2013.