Panorama Assicurativo Ania

🇮🇹 Percezione del rischio, Sicurezza

“LA GRANDE INCERTEZZA”. 7° RAPPORTO FONDAZIONE UNIPOLIS SULLA SICUREZZA IN ITALIA E IN EUROPA

“La grande incertezza. Rapporto sulla sicurezza e l’insicurezza sociale in Italia e in Europa. Significati, immagini e realtà. Percezione, rappresentazione sociale e mediatica della sicurezza”


FONDAZIONE UNIPOLIS
http://www.fondazioneunipolis.org


Link allo STUDIO


Fondazione Unipolis (promossa dal gruppo assicurativo Unipol-SAI), insieme a Demos&PI e Osservatorio di Pavia, ha pubblicato la settima edizione dell’Osservatorio sulla sicurezza in Italia e in Europa.

Due sono le prospettive adottate nell’indagine: da un lato, lo studio della percezione sociale della sicurezza (rilevata attraverso sondaggi di opinione realizzati in Italia, Francia, Germania, Gran Bretagna e Spagna), dall’altro, l’analisi della rappresentazione di questi temi da parte dei media.

Sul piano della percezione della sicurezza dei cittadini, il tema che maggiormente preoccupa è l’evoluzione dell’economia: oltre il 60% degli intervistati in Italia, Spagna e Francia pone un tema "economico" (disoccupazione, livello di tassazione, livello dei prezzi) in cima alla lista dei timori.

Ai problemi di carattere economico si aggiunge, in particolare in Italia e in Spagna, l’intreccio tra insicurezza economica e politica. Nel nostro Paese, ad esempio, il 68% degli intervistati afferma di sentirsi frequentemente preoccupato per l’instabilità politica.

Per quanto riguarda il tema della criminalità, l’indice di insicurezza degli italiani legato a eventi di questa natura è leggermente diminuito rispetto alla precedente rilevazione (anche se rimane su livelli elevati nella serie storica) ed è pari a 45,6%(1).

La fiducia nei confronti delle istituzioni tocca un livello minimo: solo il 13% degli italiani dichiara di riporre fiducia nello Stato. Si tratta del livello più basso tra tutti i cinque paesi considerati.

L’altro aspetto analizzato nel rapporto Unipolis è relativo alla rappresentazione del tema della sicurezza da parte dei media europei.

L’incidenza delle notizie relative all'insicurezza nei telegiornali italiani si presenta in netta diminuzione: dal 26,9% nel 2010 al 16,1% nel 2013. Sono i crimini violenti e la cronaca nera a dominare la comunicazione e questo anche se, nell’anno passato, il tasso di omicidi è risultato il più basso dall’Unità d’Italia.

Interessante, infine, il confronto con i media europei. All’interno si verifica, in genere, un aumento delle notizie legate alla criminalità ma, mentre in Inghilterra sono prevalenti temi legati ad abusi sessuali o a crimini commessi in condizioni di degrado socio-economico, in Spagna si dà ampio spazio ai casi di corruzione, in Francia e in Italia ai crimini a sangue freddo e, infine, in Germania i temi in questione sono pressoché assenti dalle cronache televisive.

________________________

(1) Insicurezza legata alla criminalità: percentuale di persone che si sono dette “frequentemente” preoccupate per almeno una fra queste quattro questioni: a) furti in appartamento; b) furto dei mezzi di trasporto; c) scippi e borseggi; d) aggressioni e rapine.