Panorama Assicurativo Ania

🇳🇱 Invecchiamento, Long-term care

LE DETERMINANTI DELLA CRESCITA DELLA SPESA SANITARIA E PER LTC: ANALISI DELLA REALTÀ OLANDESE

Studies of health and long-term care expenditure growth in aging populations

Claudine de Meijer


NETSPAR - Network for Studies on Pensions Aging and Retirement
www.netspar.nl


Visualizza il paper


Il progressivo invecchiamento della popolazione è una tendenza osservabile in tutti i Paesi economicamente avanzati.

Nei Paesi Bassi, contesto di riferimento dello studio in esame, nell’arco di 60 anni la fascia di popolazione “over-65” è raddoppiata (passando dal 7,6% del totale nel 1950 al 15,3% nel 2010).

Il processo è destinato ad accentuarsi ulteriormente, poiché le proiezioni al 2040 stimano che tale quota possa salire fino al 25,9% della popolazione totale, di cui un terzo (33,3%) farebbe parte della categoria “over-85”.

Questo fenomeno è destinato a ripercuotersi ben oltre la sfera demografica. Importanti conseguenze sono previste sulla “tenuta” dei sistemi di sicurezza sociale e sugli assetti dei sistemi sanitari, con particolare riguardo all’assistenza di lungo periodo (“LTC - Long-Term Care”).

E’ una realtà diffusa, tra i paesi ad economia avanzata, la crescita della spesa sanitaria complessiva: nei Paesi Bassi, ad esempio, nel periodo 1972-2007 è il dato (in % del PIL) è passato dall’8,7% al 13,1%, mentre la spesa sanitaria procapite (a prezzi costanti) è raddoppiata nel periodo di riferimento.

Il presente studio intende indagare sull’impatto che il processo di invecchiamento della popolazione produce sulla spesa per assistenza sanitaria di lungo (LTC) e di breve periodo (“acute care”) nei Paesi Bassi.

Lo studio è articolato in tre sezioni.

La prima presenta una rassegna della letteratura in tema di analisi del rapporto fra crescita della spesa sanitaria LTC e invecchiamento della popolazione.

La seconda esamina approfonditamente l’impatto dell’invecchiamento della popolazione olandese sulla spesa nazionale LTC.

La terza evidenzia il contributo degli altri fattori nell’aumento della spesa di assistenza sanitaria di breve periodo (“acute care”).

Lo studio indica, tra l’altro, alcune opzioni per contenere la spesa sanitaria, nell’ambito sia della LTC sia della “acute care”:

  • tenere presente che le politiche attuate dai Governi in ambito sanitario possono influenzare in misura considerevole la spesa sanitaria futura;
  • le diverse caratteristiche della spesa sanitaria LTC e di quella per “acute care” richiedono politiche “su misura” per il controllo dei costi.

Per la LTC è necessario migliorare l’efficienza e sostenere l’ “informal care”; occorre sostituire l’attuale sostegno economico alla LTC - effettuato attraverso un sistema a ripartizione (PAYG) - con appositi “cash benefits” e appositi “conti di risparmio LTC”.

In riferimento al trattamento della “acute care”, invece, lo studio segnala l’opportunità di ridurre la permanenza presso gli ospedali e di sostituire – per quanto possibile – la degenza con trattamenti alternativi; l’utilizzo di farmaci e di tecnologie mediche andrebbe riferito a criteri di maggior efficienza, secondo un’accurata valutazione costi/benefici.