“L’IA et les enjeux pour le secteur financier : les retours de la consultation publique" (Juillet 2019)
ACPR - BANQUE DE FRANCE
https://acpr.banque-france.fr/
Cyber risk

 

ACPR – l’Autorità di vigilanza prudenziale sul settore finanziario in Francia – ha pubblicato i risultati di una recente consultazione pubblica in materia di Intelligenza Artificiale (IA) e dei suoi possibili effetti sul settore finanziario (1).

Le risposte ricevute confermano innanzitutto la difficoltà di fornire una definizione univoca di “Intelligenza Artificiale”; particolare discordanza caratterizza la nozione di autonomia, l'inclusione (o meno) di tecniche “tradizionali” come l'automazione robotica dei processi (RPA) e la presenza - come requisito minimo - almeno della capacità di apprendimento automatico. 

Tra i fattori che guidano la crescita dell’IA, invece, le risposte hanno evidenziato la “dimensione umana” (fiducia, consapevolezza), l’importanza dei dati (che si rivela ancor più rilevante della capacità di elaborazione o del grado di raffinatezza degli algoritmi),  le opportunità fornite  dagli smartphone, che consentono un accesso ai dati in modo più mirato e granulare.

Dai risultati della consultazione emerge l’esigenza di mettere in comune e armonizzare le esperienze in materia di IA, soprattutto a livello europeo; sempre in materia di armonizzazione, le risposte ricevute hanno confermato l'importanza di ottenere un buon livello di coordinamento tra Autorità di vigilanza su tematiche affrontate, tradizionalmente, in modi diversi.

Sempre per quanto concerne la vigilanza, inoltre,  i risultati indicano che l'etica, la governance e la "spiegabilità" degli algoritmi rappresentano le questioni principali.

Quanto alle azioni da intraprendere, le risposte suggeriscono quanto segue:

  • collaborare con il settore finanziario e con chi opera nell’ambito della ricerca;
  • essere attenti agli andamenti dei mercati, per meglio monitorare gli impatti della tecnologia sul settore finanziario;
  • assumere/formare  talenti nell’ambito dell'IA;
  • realizzare  test di auditing. Sul punto, dalla consultazione emerge che lo sviluppo dell'IA aumenta l'uso del cloud e ciò pone interrogativi - importanti e specifici - sul piano dell’audit.

Quanto sopra dovrebbe trovare applicazione in tutti gli ambiti del settore finanziario, ma  soprattutto nelle seguenti aree:

  • lotta alla criminalità finanziaria;
  • gestione dei rischi;
  • consulenza alla  clientela;
  • marketing.

______________________________

(1) Sul punto, si veda (sul sito di ACPR):

Intelligence Artificielle: Enjeux  pour le secteur financier.  – LISTE DES QUESTIONS soumises à commentaires
https://acpr.banque-france.fr/sites/default/files/medias/documents/2018_12_20_appel_a_contributions_ia_fr_0.pdf

 e il relativo documento di consultazione:

Olivier FLICHE, Su YANG -  Pôle Fintech-Innovation, ACPR
Intelligence Artificielle: Enjeux  pour le secteur financier.  -  DOCUMENT DE REFLEXION”  (Déc. 2018)
https://acpr.banque-france.fr/sites/default/files/medias/documents/2018_12_20_intelligence_artificielle_fr_0.pdf

STATISTICHE
NEWS