Eric DAL MORO
“Impact of an Aggregation Tree Over the Skewness of the Final Risk Distribution”
Solvency II, Modelli interni, Diversificazione

 

Dopo l'entrata in vigore di Solvency II, molte imprese di assicurazione hanno deciso, ai fini del calcolo dei requisiti patrimoniali, di utilizzare modelli interni.

Una componente cruciale di un modello interno è il cosiddetto “albero” di aggregazione, la cui calibrazione è stata oggetto, in passato, di numerosi studi e pubblicazioni.

In pratica, la maggior parte degli esercizi di calibrazione si concentra su elementi di natura simile alla "correlazione", poiché questa è la parte più semplice della struttura di dipendenza.

Ma gli altri impatti di queste scelte di calibrazione vengono solitamente trascurati poiché gli operatori non hanno una visione su questi elementi. In particolare, il numero di livelli dell'albero di aggregazione e l'ordine di l'aggregazione giocano un ruolo importante sia per la volatilità complessiva sia per l'asimmetria della distribuzione finale del rischio.

Di solito, questi aspetti non sono discussi in dettaglio. Poiché la volatilità e l'asimmetria sono le principali determinanti della misura del rischio (Value at Risk o Expected Shortfall), comprendere l'impatto delle scelte di calibrazione su questi elementi è cruciale e dovrebbe anche essere al centro dell'esercizio di calibrazione.

L’Autore, di conseguenza, mira a stimare l'impatto delle diverse scelte di calibrazione dell’albero di aggregazione sulla volatilità e l'asimmetria della distribuzione complessiva del rischio. Esempi di calibrazione sono forniti per dimostrare l'impatto dei diversi elementi di scelta in un esercizio di calibrazione.

STATISTICHE
NEWS