Imke REIMERS, Benjamin R. SHILLER
“Welfare Implications of Proprietary Data Collection: An Application to Telematics in Auto Insurance” (Working Paper Series, 2018| 119R)
Assicurazione auto, Telematica

 

La raccolta di dati tramite il monitoraggio del comportamento dei consumatori comporta effetti sia positivi che negativi in termini di welfare.
Il monitoraggio può ridurre le asimmetrie informative e le relative conseguenti inefficienze; tuttavia, se i dati divengono proprietà di chi li raccoglie, ciò può dar luogo a inevitabili vantaggi competitivi che possono portare a diseconomie.
I timori per i possibili effetti anticompetitivi della raccolta di dati personali, ad esempio, sono alla base delle recenti iniziative regolamentari a livello europeo (da ultimo, il GDPR).

Nel presente Paper, gli Autori ricercano evidenze dei benefici diretti della raccolta di dati nell’ambito dell’assicurazione auto di tipo “Pay How You Drive” (PHYD), un prodotto che offre sconti personalizzati ai conducenti il cui comportamento è monitorato da strumenti telematici.

Con un framework del tipo “difference-in-differences” e utilizzando dati resi disponibili dall’adozione progressiva di politiche PHYD nei vari Stati americani e da parte delle diverse compagnie assicuratrici, replicano i principali risultati considerando il quadro regolamentare a livello statale come strumento per l’entry timing.

Si osserva un impatto significativo delle coperture PHYD sui sinistri con vittime, ma non si rilevano evidenze di aspetti anticoncorrenziali, per cui eventuali regolamentazioni che provochino un aumento dei costi di monitoraggio possono comportare effetti negativi.

STATISTICHE
NEWS