Kai-Uwe SCHANZ (Geneva Association), IN COLLABORAZIONE CON: Martin ELING (University of St. Gallen), Hato SCHMEISER (University of St. Gallen), Alexander BRAUN (University of St. Gallen)
“An Investigation into the Insurability of Pandemic Risk. Research report” (WEBPAGE DI PRESENTAZIONE del Research Report, 26.10.2020)
“In the pandemic, insurers can absorb customer health and life claims, but not business losses from lockdown measures” (PRESS RELEASE, 26 ottobre 2020)
“Insuring a pandemic like COVID-19” ("COVID-19 CONTENT PORTAL")
“An Investigation into the Insurability of Pandemic Risk” (RESEARCH REPORT, Oct. 2020)

GA – GENEVA ASSOCIATION
https://www.genevaassociation.org/
Pandemia

La pandemia di Covid-19, tra gli altri drammatici impatti, ha avuto l’effetto di porre in evidenza l’enorme gap di protezione nell’area dei rischi per la continuità dell’esercizio delle attività economiche.
Un recente Report dell’Associazione di Ginevra fa il punto sull’assicurabilità del rischio pandemico, con riguardo sia alle assicurazioni vita e salute sia alle coperture per le aziende, evidenziando, per queste ultime, la necessità di una partnership pubblico-privato.


Nell’ambito dell’ampio dibattito pubblico su come affrontare le profonde implicazioni finanziarie del Covid-19, l'Associazione di Ginevra, in collaborazione con l'Università di San Gallo, ha pubblicato un nuovo studio empirico sull'assicurabilità del rischio pandemico.

Il Report è il primo di una serie di ricerche su pandemie e assicurazioni ed esplora, in termini quantitativi, la capacità degli assicuratori di assorbire i costi legati alle crisi pandemiche.

I risultati della ricerca indicano che le pandemie della portata del Covid-19 non pongono sfide fondamentali in materia di assicurabilità per gli assicuratori vita e salute. Tuttavia, gli elementi di aggregazione e correlazione incontrollabili del rischio pandemico rappresentano criticità molto serie.

I rischi vita e salute derivanti da pandemie simili a Covid-19 sono assicurabili, in quanto generalmente non sono sistemici e sono modellabili. Gli assicuratori danni, per contro, dovrebbero raccogliere premi per polizze di interruzione dell'attività per 150 anni al fine di compensare le perdite globali di produzione previste nel 2020 in conseguenza del Covid-19.

Gli assicuratori hanno un ruolo importante da svolgere nella protezione delle imprese e nel sostegno alle economie, ma ciò deve avvenire attraverso la partecipazione a iniziative guidate dallo Stato. Gli assicuratori danni, infatti, non hanno neanche lontanamente la capacità necessaria per sostenere le perdite di produzione globale, previste in oltre 4.000 miliardi di dollari nel 2020. In confronto, gli assicuratori raccolgono 1.600 miliardi di dollari di premi annuali e solo 30 miliardi per le polizze di business interruption.

L'Associazione di Ginevra informa che, dopo la pubblicazione del presente documento, un nuovo Report sulle soluzioni al rischio di pandemia  - fondate su una partnership pubblico-privato -  sarà disponibile più avanti, nel corso del 2020.

STATISTICHE
NORMATIVA
NEWS