George OVERTON, Olivier DE BANDT
“Why do insurers fail? A comparison of life and non-life insolvencies using a new international database” (Working Paper 2020-15, May 2020)
Solvibilità


Alcuni studi hanno in passato documentato come l’insolvenza di un’impresa assicuratrice trovi origine in eventi e decisioni che risalgono ad anni prima che la crisi si manifesti compiutamente.

In questo lavoro, gli Autori esaminano empiricamente tale evidenza e analizzano i meccanismi dell'insolvenza nel settore assicurativo, utilizzando una banca dati internazionale dei casi di crisi, creata dagli Autori, che unisce i dati relativi allo stato patrimoniale e al conto economico a informazioni sulle insolvenze negli ultimi 30 anni.

Valutano, in particolare, l'importanza relativa delle attività e delle passività di bilancio di un’impresa assicuratrice al fine di prevederne il default,  e come tale importanza vari a seconda del settore di attività. Contribuiscono, inoltre, alla valutazione del potenziale impatto della vigilanza, nel senso che misurano il vero potere predittivo degli indicatori raccolti dalle Autorità con riguardo alle insolvenze future. Ne risulta che, mentre tali indicatori hanno il loro peso, il potere predittivo cambia a seconda della natura del business.

Impiegando diverse specifiche logistiche a effetti fissi e modelli di sopravvivenza parametrici, nel lavoro si mostra che, oltre al ruolo della redditività come indicatore principale dell’insolvenza, emergono intrinseche asimmetrie tra i settori dell’assicurazione vita e danni.

Nel settore vita, il mix di attivi è un fattore molto rilevante nella previsione delle crisi, mentre l'efficienza operativa non risulta avere alcun ruolo; nel settore danni è vero il contrario.

UE
STATISTICHE
NORMATIVA
NEWS