NEWS
Valérie STEPHAN, Bethsabée ILLOUZ
«The impact of market volatility on European insurers»
Covid-19, Solvibilità


L'impatto della pandemia di Covid-19 è stato di vasta portata. Oltre al tragico bilancio in termini di vite umane, il virus ha causato anche una maggiore volatilità dei mercati, che ha messo ulteriormente sotto stress il settore assicurativo.

In questo difficile contesto, un recente Report di J.P. Morgan stima l'impatto dei movimenti dei mercati derivanti dal Covid-19 sugli indici di solvibilità per le imprese assicuratrici europee vita e danni. Viene valutato anche il potenziale per un ulteriore deterioramento dei bilanci con il progredire della crisi attraverso una serie di prove di stress. Sono fornite alcune considerazioni utili agli assicuratori che cercano di adottare allocazioni difensive di portafoglio in presenza di restrizioni di capitale, pur mantenendo un'esposizione sufficiente in vista di un’eventuale ripresa dei mercati.

In sintesi:

  • i movimenti dei mercati nel primo trimestre 2020 hanno influenzato le imprese assicuratrici europee in modi differenziati. Alcune delle differenze sono legate al tipo di attività svolta (vita o danni), mentre altre sono intrinseche al tipo di passività e al livello delle garanzie usualmente sottoscritte nei singoli mercati;
  • in Europa, gli indici di solvibilità sono diminuiti di circa il 25% tenendo conto dell'aggiustamento di volatilità (VA) e del 50% senza applicazione del VA. Gran parte della riduzione è dovuta ai movimenti dei fondi propri risultanti da variazioni dei prezzi di mercato degli attivi, alcune delle quali sono compensate dal VA. Con l’evolvere della crisi, declassamenti e insolvenze nei portafogli di obbligazioni societarie possono comportare ulteriori aumenti del rischio di mercato, mettendo a dura prova la solvibilità degli assicuratori;
  • tuttavia, opportunità di investimento a breve, medio e lungo termine stanno emergendo con riguardo a classi di attivi a reddito fisso e alternativi.
UE
STATISTICHE