Olivia S. MITCHELL
“Building Better Retirement Systems in the Wake of the Global Pandemic”
Covid-19, Previdenza


Sulla scia della pandemia globale di Covid-19, è maturata una nuova consapevolezza della necessità di disporre di migliori strumenti di risk management per gestire i rischi di longevità e connessi all'invecchiamento.
Un recente paper(1) offre una valutazione dello status quo prima della diffusione del coronavirus e di come i sistemi pensionistici si stiano adattando a seguito dello shock pandemico. Sono altresì esaminati i prodotti del mercato assicurativo e finanziario che potrebbero rendere i sistemi pensionistici più robusti a fronte dell'invecchiamento della popolazione mondiale. Infine, vengono valutati i ruoli e i compiti potenziali dei responsabili politici.

I sistemi di risparmio previdenziale in tutto il mondo stavano affrontando sfide impegnative già prima che la pandemia di Covid-19 si manifestasse. Ora, nuove incertezze si pongono per risparmiatori, pensionati e sponsor dei piani pensionistici, ad esempio in relazione al momento in cui il mercato del lavoro inizierà a funzionare normalmente, a quando i sistemi sanitari si riprenderanno dagli oneri conseguenti alla pandemia e a quando i mercati dei capitali torneranno a fornire rendimenti positivi.
Una lezione fornita dalla pandemia è che il risparmio previdenziale, l'assicurazione sanitaria e la consulenza finanziaria potrebbero in futuro risultare maggiormente sganciati dai rapporti con i datori di lavoro. Naturalmente, le esigenze globali varieranno man mano che i lavoratori diventeranno più mobili, avranno maggiori probabilità di operare nella “gig economy” e manifesteranno esigenze previdenziali più diversificate.

I modelli pensionistici del futuro richiederanno anche nuove modalità di condivisione dei rischi, con un miglioramento dell'alfabetizzazione finanziaria della popolazione, aiutando le persone a risparmiare di più, a investire in modo più intelligente e a gestire meglio la longevità. Gli sponsor dei piani possono fare di più per rendere le pensioni più flessibili, ad esempio collegando l'età pensionabile e i contributi ai livelli di finanziamento.

I responsabili politici potrebbero migliorare l'ambiente decisionale fornendo dati migliori per valutare i prodotti previdenziali, formulando previsioni affidabili e stabilendo piani per rispondere ai bisogni di una popolazione che invecchia.
Aumentare l'età pensionabile, incentivare la continuità del lavoro e aiutare le persone a risparmiare di più è probabilmente parte della soluzione, anche se le risposte variano da Paese a Paese. Inoltre, rafforzare le reti di sicurezza è fondamentale per aiutare coloro che non possono lavorare e che non dispongono di un'assicurazione privata.

Nel loro insieme, queste misure possono rafforzare non solo i sistemi pensionistici in tutto il mondo, ma anche la vitalità economica delle economie in senso più ampio.

 

_________________
(1) Il Paper è stato preparato per la 2020 Stockholm Conference su “Consumer behaviour in Financial Markets” e per la 2020 NBER Conference su “Pension Design and Population Aging”.

UE
STATISTICHE
NEWS