NEWS
“Coronavirus: loss prevention measures for cargo storage and transportation”
AGCS - ALLIANZ GLOBAL CORPORATE & SPECIALTY
https://www.agcs.allianz.com
Covid-19, Pandemia, Trasporto merci


Allianz Global Corporate and Specialty (AGCS) ha recentemente pubblicato un Risk Bulletin dedicato ai cambiamenti provocati dall'attuale situazione pandemica sul deposito e transito delle merci.

La pandemia in corso sta avendo un impatto senza precedenti sulla supply chain, con conseguenti rischi per le merci in deposito e in transito, in modo particolare per quelle di alto valore e sensibili alla temperatura.

La chiusura di molte strutture e il loro mancato presidio non solo aumenta il rischio di furto e incendio del carico, ma anche quello di danni alle merci a causa dei lunghi periodi di stoccaggio. Le interruzioni di transito, dovute alla chiusura delle frontiere, al ritardo degli sdoganamenti o alla mancanza di personale, possono comportare ritardi nei tempi di consegna, fino l'abbandono del carico.
Le aziende dovrebbero implementare una pianificazione delle spedizioni e avere piani di back-up per fronteggiare le chiusure improvvise.

AGCS evidenzia una serie di misure di prevenzione delle perdite di merci, concentrandosi in particolare sui rischi per lo stoccaggio del carico e sui rischi per le merci in transito.
Laddove possibile, le aziende dovrebbero:

  • rafforzare la sicurezza dei magazzini e controllare la funzionalità degli allarmi, identificare la quantità di carico in transito e ottenere aggiornamenti sullo stato della spedizione dai vettori (l'utilizzo di rimorchi con tecnologia GPS integrata, di dispositivi di monitoraggio connessi e di tecnologia “Internet of Things”, per migliorare la tracciatura della spedizione dopo l’imballaggio del carico);
     
  • verificare ed evitare la presenza prolungata di rimorchi carichi al di fuori dei magazzini;
     
  • identificare capacità di stoccaggio alternative nel caso in cui gli spazi occupati non possano più ricevere il carico in modo certo;
     
  • ottenere la conferma che la destinazione finale è in grado di ricevere il carico prima di iniziare la spedizione;
     
  • verificare se è possibile trovare destinazioni alternative nel caso in cui la destinazione prevista non sia in grado di ricevere una spedizione;
     
  • rivedere i requisiti per i carichi deperibili (ai prodotti alimentari e farmaceutici, associati alla risposta all'epidemia di coronavirus, è stata data priorità e quindi riservata capacità quali prodotti critici soggetti a controllo di temperatura).
UE
STATISTICHE
NORMATIVA