NEWS
Brian A. Fannin
« COVID-19: The Property-Casualty Perspective»
CAS Research Brief
CAS - CASUALTY ACTUARIAL SOCIETY
https://www.casact.org/
Covid-19, Assicurazione danni, Pandemia

 

La Casualty Actuarial Society (CAS)(1)  ha recentemente pubblicato un  Report dedicato agli aspetti correlati alla diffusione  della pandemia Covid-19 di maggior rilievo per l’assicurazione danni.

Nel documento si sottolinea, innanzitutto, che si tratta di una situazione del tutto nuova per gli attuari dell’area danni. E’ pertanto più difficile del solito realizzare modelli o delineare previsioni a medio-lungo termine. Posta tale premessa, gli impatti della pandemia sulla sull’assicurazione vengono considerati secondo due diverse prospettive:

  • “impatto immediato” sulle polizze assicurative

il report evidenzia quali coperture rispondono direttamente per fronteggiare l’emergenza COVID-19 e come agiscono. Essenzialmente, si tratta di polizze Malattia, Infortuni sul lavoro (Workers’ compensation), Responsabilità civile, Cyber liability, Cancellazione eventi.

  • “impatto indiretto”

per gli assicuratori, la riduzione dell'attività economica significa generalmente entrate ridotte, ma anche rischi più contenuti: a titolo di esempio, un numero limitato di auto in circolazione si traduce in un consistente calo dei sinistri; nel contempo, però, tale tendenza viene compensata dalle conseguenze del rinvio dei controlli e delle riparazioni necessari ai veicoli.

Nel report viene effettuata una comparazione con un’esperienza già nota, ossia con la crisi finanziaria del 2008, che si rivela un caso interessante per studiare l'impatto indiretto. I dati dell’Insurance Information Institute (I.I.I.) hanno mostrato che, in quel frangente, il volume premi aveva già iniziato a diminuire nel 2006, accelerando la discesa nel 2008-2009, per poi risalire nel 2010.  Quanto ai sinistri, sono risultati in calo nel biennio 2008-2009 poiché una ridotta attività economica ha comportato una minore esposizione al rischio.

Infine, le perdite sul fronte degli investimenti hanno esercitato una sostanziale pressione al ribasso sul reddito netto degli assicuratori, ma la ripresa si è manifestata in tempi brevi; gli anni tra il 2008 e il 2012 non sono stati positivi, ma la fase negativa non è stata in grado di cancellare completamente gli utili delle imprese.

Il report conclude evidenziando l’attuale impossibilità di prevedere se l’industria assicurativa sperimenterà qualcosa di simile al passato nel corso della crisi dovuta al Covid-19; le incognite sono tante e gli eventi continuano ad evolvere di giorno in giorno. Avere un'idea dei possibili scenari, tuttavia, offre utili spunti per avviare un ragionevole lavoro di valutazione e stima.

_________________________

(1) Organizzazione professionale attuariale, focalizzata sui temi legati ai property/casualty risks.


 

UE
STATISTICHE
NORMATIVA