NEWS
Jacob Pástor-Paz, Ilan Noy, Isabelle Sin, David Fleming
«Projecting the Effect of Climate Change-Induced Increases in Extreme Rainfall on Residential Property Damages: A Case Study From New Zealand» (Jan. 2020)
Motu Economic and Public Policy Research, Motu Working Paper 20-02, 2020
Cambiamento climatico, Calamità naturali


In Nuova Zelanda, la Earthquake Commission (EQC)(1)   è l’ente che fornisce copertura ai proprietari di immobili ad uso residenziale per i danni causati da condizioni meteorologiche avverse. 

Un recente Paper evidenzia che è assai probabile che il cambiamento climatico (con conseguente aumento, in intensità e frequenza, degli eventi meteorologici) si traduca in maggiori danni e in più elevati oneri finanziari a carico di EQC.

Gli Autori stimano innanzitutto la relazione empirica tra eventi climatici estremi (precipitazioni molto intense) e richieste di risarcimento correlate al rischio climatico (“weather-related”) a carico di EQC, sulla base dei sinistri denunciati nel periodo 2000-2017. Utilizzano poi tale relazione stimata - insieme alle proiezioni basate su futuri scenari di concentrazione di gas serra (provenienti da sei diversi modelli climatici regionali, dinamicamente ridimensionati) - per prevedere l'impatto dei futuri eventi meteorologici sulle passività di EQC per diversi orizzonti temporali, fino al 2100.

I risultati indicano impatti avversi variabili nel tempo e nello spazio. La variazione percentuale tra danni previsti e danni passati — segnale del cambiamento climatico — è compresa tra un +7% e un +8% nel periodo 2020-2040 e tra un +9% e un +25% nel periodo dal 2080 al 2100.

Le proiezioni elaborate, tuttavia, non tengono in considerazione le future modifiche nei livelli di esposizione o di vulnerabilità; ciò significa che gli Autori stimano l’evoluzione dei danni futuri esclusivamente sulla base di modifiche del rischio dovute al climate change, rimanendo costanti le condizioni attuali.

La popolazione della Nuova Zelanda e il valore del suo patrimonio immobiliare ad uso residenziale sono cresciuti negli ultimi decenni e si ritiene che continueranno ad aumentare; tale indicazione suggerisce che gli oneri futuri a carico di EQC potrebbero essere superiori alle stime indicate dagli Autori.  

Tuttavia, sono possibili anche altri scenari, in cui si riducono sia l'esposizione (attraverso una migliore pianificazione dell'uso del suolo) sia la vulnerabilità (attraverso più elevati standard di costruzione), facendo così diminuire le passività di EQC.

Gli Autori ritengono, comunque, che eventi meteorologici estremi risultanti dal cambiamento climatico aumenteranno gli oneri a carico di EQC e resta aperta a studi futuri la possibilità di valutare se tale aumento richiederà o meno un cambio di policy (ad esempio, in relazione all’ammontare annuo della raccolta premi o alle tipologie di rischio assicurate).

_________________________

 (1) La Earthquake Commission (EQC), istituita in seno al Governo neozelandese, fornisce coperture assicurative CatNat  ai proprietari di immobili ad uso residenziale che abbiano stipulato una polizza incendio.
EQC, inoltre, amministra il Fondo nazionale per le calamità naturali (NDF-New Zealand Disaster Fund),  alimentato dagli assicuratori privati   tramite un prelievo forfettario a carico degli assicurati che hanno acquistato una polizza per i rischi dell’abitazione (Homeowners’ insurance policy).
https://www.eqc.govt.nz/about-eqc/our-role/ndf

UE
STATISTICHE
NORMATIVA