NEWS
Walter REINL, Shaun YOW
“Life – and life insurance – in a time of negative rates”
BCG - BOSTON CONSULTING GROUP
https://www.bcg.com/
Assicurazione vita


Il settore assicurativo vita europeo si trova, nell’era dei tassi di interesse negativi, ad attraversare un territorio incognito: questo è vero anche per gli assicurati e i risparmiatori, che cercano di diversificare i propri investimenti fra polizze vita, obbligazioni, titoli di stato e liquidità.  A questi temi è dedicato un recente Report di Boston Consulting Group (BCG).

Per la maggioranza dei risparmiatori si pone il problema, da una parte, di ottenere rendimenti adeguati in vista del pensionamento e, dall’altra, di avere strumenti per la gestione del risparmio in un contesto di tassi zero. Tuttavia, anche se il velo dell’inflazione sembra scomparso, in realtà continua a esistere e a distruggere il risparmio per il 1%-2% annuo: livelli, peraltro, che sono sottostimati per determinate categorie merceologiche o di servizi (ad esempio i servizi sanitari).

I risparmiatori più ricchi (Mass Affluent) sembrano godere di qualche privilegio e di maggiori opportunità di scelta. Possiedono, infatti, anche real asset e su questi beni godono della rivalutazione dei valori dopo la crisi del 2008. Molti, inoltre, investono in fondi pensione chiusi o aziendali e hanno profili più elevati di istruzione e/o di competenze professionali.
Anche per loro, tuttavia, esiste il grande problema della scarsità di opportunità di investimento.

La scelta di investire in prodotti assicurativi vita a rendimento garantito, in particolare in gestioni separate che hanno al proprio interno titoli a rendimento elevato, è una strada che durerà ancora pochi anni, fino a quando i benefici di questi strumenti saranno esauriti.

La risposta a una situazione complessa come quella attuale è che le assicurazioni vita si attivino nei confronti dei propri clienti, garantendo consulenza e aiuto nella gestione della transizione. Dal punto di vista dell’offerta, sarà necessario immaginare nuovi prodotti che abbiano un ridotto assorbimento di capitale e, nello stesso tempo, offrano rendimenti adeguati che riducano la volatilità, garantiscano rendimenti nel lungo termine e consentano di diversificare secondo una strategia multi-assets.

Su queste linee, conclude il Report, i responsabili di impresa dovrebbero reimpostare le strategie, esplorando anche le nuove opportunità di settori contigui quali la salute e il benessere.

STATISTICHE