«The 2021 biennial exploratory scenario on the financial risks from climate change » (Webpage di presentazione e DISCUSSION PAPER, Dec. 2019)
«Bank of England consults on its proposals for stress testing the financial stability implications of climate change » (PRESS RELEASE, 18 Dec. 2019)
Financial Policy Committee - Prudential Regulation Committee
BOE - BANK OF ENGLAND
https://www.bankofengland.co.uk/
Cambiamento climatico

 

Il 18 dicembre scorso Bank of England ha pubblicato, per la consultazione, un Discussion Paper che definisce il quadro proposto per il prossimo Biennal Exploratory Scenario (“BES 2021”),  ossia un esercizio di stress attraverso il quale si intende testare la resilienza delle banche e delle imprese assicuratrici di grandi dimensioni a fronte dei rischi fisici e di transizione associati a diversi scenari climatici  e - più in generale -  valutare l'esposizione del sistema finanziario ai rischi legati al clima.

Bank of England sottolinea che le azioni odierne influenzeranno la dimensione dei rischi climatici futuri  ed è quindi importante continuare a sviluppare un approccio innovativo per la loro adeguata misurazione, al fine di perseguire l’obiettivo di un’efficace resilienza. Il BES utilizzerà scenari esplorativi per valutare la significatività dei rischi futuri ed esplorare le modalità secondo cui le imprese potrebbero reagire.

I principali aspetti del  “BES 2021”  sono i seguenti:

  • scenari multipli che coprono variabili climatiche  e macro:  testare la resilienza del sistema finanziario del Regno Unito di fronte ai rischi fisici e di transizione in tre distinti scenari: “assunzione tempestiva di  provvedimenti di policy”;  “azioni tardive”; “nessun ulteriore intervento  per raggiungere  gli obiettivi climatici globali”;
  • partecipazione più ampia:    sia gli istituti di  credito sia gli assicuratori sono esposti a rischi legati al clima e l'azione di ciascuno è in grado di influenzare quelle altrui.  Per quanto riguarda le imprese di assicurazione, l’esercizio si basa sugli scenari già sviluppati per lo stress test assicurativo del 2019(1);
  •  orizzonte temporale più lungo:  risulta necessario, in quanto i rischi correlati al clima si “cristallizzano” in un arco di tempo maggiore  rispetto ai rischi convenzionali. Il BES propone un modelling horizon di 30 anni;
  • counterparty-level modelling: viene proposta un'analisi granulare “bottom-up” dei modelli di business delle controparti, suddivisi per settore ed area geografica, al fine di “catturare” accuratamente l’effettiva esposizione al rischio climatico;
  • output: Bank of England   divulgherà i risultati relativi al test di resilienza del settore finanziario a livello aggregato, anziché a livello di singola impresa.

I commenti sul  Discussion Paper  possono essere inviati a Bank of England entro il 18 marzo 2020. Il quadro BES definitivo sarà pubblicato nella seconda metà del 2020 e i risultati dell'esercizio nel corso del 2021.

_________________________

(1) Sullo Stress Test 2019, si veda: “Regno Unito: al via lo Stress Test per il settore assicurativo”, in Panorama Assicurativo n. 190, agosto 2019 (Sezione “NORMATIVA”).
http://www.panoramaassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=40803&est=1

STATISTICHE
NEWS