UE
“EMIR RTS on various amendments to the bilateral margin requirements and joint statement on the introduction of fall-backs in view of the international framework” (EIOPA NEWS RELEASE, 14.11.2019)
“FINAL REPORT EMIR RTS on various amendments to the bilateral margin requirements in view of the international framework” (ESAs’ REPORT)
ESAs – EUROPEAN SUPERVISORY AUTHORITIES (Joint Committee) - https://esas-joint-committee.europa.eu/
EIOPA – EUROPEAN INSURANCE AND OCCUPATIONAL PENSIONS AUTHORITY - https://eiopa.europa.eu/
Derivati, Mitigazione del rischio


Le Autorità di vigilanza europee (ESA) hanno pubblicato,  il 5 dicembre scorso, una bozza di documento congiunto contenente  gli Standard Tecnici (Regulatory Technical Standards - RTS) di modifica al Regolamento Delegato sulle tecniche di mitigazione del rischio per i prodotti finanziari  derivati “over-the-counter” ​​(OTC) “non-cleared” (bilateral margining), come pure una dichiarazione congiunta sull'introduzione di clausole di fallback  nei contratti derivati  OTC e il requisito  di scambio di garanzie. 

Gli RTS e la dichiarazione congiunta sono stati elaborati per agevolare il raggiungimento di una coerenza - sul piano internazionale - nella realizzazione del framework globale concordato dal Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria (BCBS) e da IOSCO (International Organization of Securities Commission).

Il report  e gli Standard Tecnici (RTS) definiscono innanzitutto le aspettative relative alla soglia al di sopra della quale è previsto lo scambio del margine iniziale e, parimenti, aggiungono un'ulteriore gradualità (phase-in, della durata di un anno)  per le controparti minori nell'ambito dei requisiti di margine iniziali.

In secondo luogo, tenendo conto dei progressi compiuti - su scala globale - nell'attuazione del framework internazionale (nonché dei rischi che il quadro di riferimento BCBS-IOSCO è chiamato a fronteggiare), sono stati inclusi alcuni emendamenti in relazione al trattamento di contratti FX-forward e swap, contratti infragruppo e contratti di opzione azionari (equity option contracts).

Infine, la dichiarazione congiunta chiarisce l'opinione delle Autorità europee di vigilanza (ESA), secondo cui le modifiche ai contratti derivati OTC “uncleared” in essere, apportate al solo scopo di introdurre le clausole di fallback, non dovrebbero creare nuovi obblighi su tali legacy contracts.
In riferimento alle clausole di fallback, le ESA ritengono utile garantire la certezza del diritto, nel caso in cui ciò non sia già previsto in alcune giurisdizioni.  Posto però che né le ESA né le Autorità competenti possiedono alcun potere formale di disattendere la normativa europea in vigore, le Autorità di vigilanza europee sono in contatto con i co-legislatori per verificare la fattibilità di una modifica sul piano normativo, finalizzata a garantire tale “certezza del diritto”.

STATISTICHE
NEWS