NEWS
“Switzerland: Financial Sector Assessment Program; Technical Note-Insurance Stress Testing” (Country Report No. 19/186)
“Switzerland: Financial Sector Assessment Program; Technical Note-Insurance Regulation and Supervision” (Country Report No. 19/185)
IMF – INTERNATIONAL MONETARY FUND
https://www.imf.org
Analisi dei mercati, Stabilità


Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha recentemente effettuato una valutazione del settore finanziario svizzero.
In tale contesto, sono stati pubblicati due documenti che riguardano l’industria delle assicurazioni elvetica:

  • nota tecnica su regolamentazione e vigilanza assicurativa;
  • nota tecnica su stress test di settore.

Il primo documento pone in evidenza quanto segue:

  • il quadro regolamentare vigente in Svizzera per il settore assicurativo è altamente sofisticato; tuttavia, il controllo sulla gestione dei rischi operativi e la regolamentazione sulla condotta di mercato dovrebbero essere rafforzati;
     
  • il mercato elvetico delle assicurazioni è grande e ben sviluppato, con tassi di penetrazione e di densità fra i più elevati al mondo;
     
  • il prolungato scenario di bassi tassi di interesse continua a rappresentare una sfida per il settore, anche se i modelli di business sono stati adattati prima che in altri Paesi europei;
     
  • il quadro regolamentare è robusto e il regime di solvibilità è uno dei più progrediti;
     
  • vi sono alcuni punti di debolezza nella regolamentazione relativa alla condotta di mercato; è attesa una nuova legge volta a rafforzare il quadro normativo e la protezione degli assicurati;
     
  • se FINMA rappresenta la principale Autorità di vigilanza sul settore assicurativo, vi sono altre Autorità che vigilano su particolari tipologie di imprese assicuratrici e istituzioni di previdenza;
     
  • FINMA svolge in maniera diligente i suoi compiti di vigilanza, ma verifiche più frequenti sull’efficienza operativa potrebbero giovare; è inoltre necessario un maggior numero di requisiti vincolanti.

Per quanto riguarda il secondo documento, le principali indicazioni sono le seguenti:

  • le imprese assicuratrici elvetiche sono ampiamente in grado di far fronte agli shock di mercato previsti dallo Stress Test;
     
  • il capitale delle imprese partecipanti allo Stress Test è ampiamente superiore ai requisiti minimi – peraltro calibrati in misura conservativa – previsti dalla legge; la maggior parte dei gruppi ha attività diversificate nei rami vita e nei rami danni;
     
  • nello scenario avverso, il Solvency ratio mediano si riduce dal 224% al 176%; nessuna impresa scende sotto il livello del 100%, che rappresenta il minimo regolamentare.
STATISTICHE