NEWS
« German Life Insurance Guarantees Reduced» - (REPORT, luglio 2019)
« Fitch Ratings: German Life Insurers reduce exposure to low interest rates» (03.07.2019)
Assicurazione vita, Tassi di interesse


Secondo un report pubblicato da Fitch Ratings all’inizio di luglio, le imprese assicuratrici vita in Germania stanno riducendo la loro esposizione ai persistenti bassi tassi di interesse, a sostegno della stabilità del settore. Da diversi anni, infatti, le compagnie stanno gradualmente spostando il business mix dai prodotti vita tradizionali con garanzie di rendimento  verso prodotti unit-linked e ibridi; in tal modo,  capitale e redditività vengono resi meno sensibili all’andamento dei tassi di interesse.

Il rendimento medio dei portafogli di investimenti delle imprese vita supera ancora l’effettiva garanzia media sul business in essere, nonostante la graduale erosione del margine dovuta al fatto che i proventi delle attività in scadenza vengono reinvestiti a rendimenti inferiori. Le nuove business guarantees sono considerevolmente al di sotto degli attuali rendimenti di mercato, il che contribuisce a proteggere i futuri margini degli assicuratori.

Fitch prevede che l’attuale rendimento medio rimarrà sufficiente a coprire la garanzia media effettiva, anche nell’eventuale scenario di un prossimo decennio caratterizzato da bassi tassi di interesse e rendimenti da reinvestimento pari, mediamente, allo 0,7%.

La maggior parte degli assicuratori vita, in effetti, non è più così disponibile a offrire prodotti di assicurazione sulla vita tradizionali con garanzie di investimento. Fitch stima che la garanzia media ponderata per le nuove attività nel 2018 sia stata solo dello 0,4%, il che ha contribuito a ridurre la garanzia media sui portafogli in essere, al maturare dei prodotti più datati, caratterizzati da maggiori garanzie. Inoltre, Fitch prevede che la quota dei prodotti tradizionali possa ulteriormente diminuire nell’anno in corso, fino a circa il 25% della nuova produzione (2018: 33%).

I proventi derivanti dalla sottoscrizione dei rischi e dai caricamenti sono diventati più rilevanti, a fronte della flessione del reddito da investimenti. Tali proventi equivalgono a circa lo 0,7%-0,8% delle riserve relative al business tradizionale del settore vita ogni anno e dovrebbero sostenere la redditività delle maggiori imprese, posto che essi possono aiutare a finanziare le garanzie offerte ai clienti se il reddito da investimento non risultasse sufficiente.

Gli assicuratori tedeschi hanno beneficiato della riforma, realizzata lo scorso anno, volta a ridurre i requisiti necessari alla costituzione di buffers a fronte dei bassi tassi di interesse (Zinszusatzreserve, ZZR); tale riforma ha allentato i vincoli sull’asset allocation, consentendo alle compagnie di investire secondo criteri più in linea con il risk/return appetite e di essere meglio posizionate nel caso in cui i tassi di mercato iniziassero a salire.

STATISTICHE