Shan GE, Michael S. WEISBACH
"The Role of Financial Conditions in Portfolio Choices: The Case of Insurers"
Investimenti

 

Molti investitori istituzionali si basano sui rendimenti che generano gli investimenti per finanziare la gestione e le proprie passività.

In che modo la gestione finanziaria di questi investitori influisce sulle decisioni relative ai loro portafogli di attivi?

Gli Autori affrontano questo problema considerando in particolare il settore assicurativo in quanto gli assicuratori, da un lato, sono grandi investitori per i quali sono disponibili dati di portafoglio dettagliati e, dall’altro, sono in grado di affrontare shock finanziari derivanti da eventi esogeni, ad esempio legati al clima.

Dall’analisi emerge che gli assicuratori con maggiore flessibilità finanziaria hanno esposizioni di portafoglio più ampie su attività più rischiose e illiquide e ottengono rendimenti superiori. Considerando le obbligazioni societarie, per le quali è possibile tener conto del trattamento regolamentare, si osserva che gli assicuratori più flessibili dal punto di vista finanziario hanno un’esposizione di portafoglio maggiore verso obbligazioni societarie più rischiose e più illiquide.

A seguito del verificarsi di perdite, gli assicuratori danni tendono a ridurre gli investimenti nelle obbligazioni societarie più rischiose. È probabile che l'effetto delle perdite sull’asset allocation sia causale in quanto esso è confermato quando si verificano perdite a seguito di shock meteorologici.

La variazione dell’asset allocation a seguito di perdite risulta più ampia per gli assicuratori maggiormente vincolati dal punto di vista finanziario e durante il periodo della crisi finanziaria, il che suggerisce che il passaggio a titoli meno rischiosi è guidato da preoccupazioni relative alla flessibilità finanziaria.

I risultati evidenziano l'importanza della flessibilità finanziaria nelle decisioni di portafoglio degli investitori istituzionali.

 

 

 

STATISTICHE
NEWS