“The Bank of England’s amendments to financial services legislation under the European Union (Withdrawal) Act 2018”
BOE/PRA Policy Statement PS 5/19 (WEBPAGE DI PRESENTAZIONE e link correlati, 15.04.2019)
BOE/PRA - PRUDENTIAL REGULATION AUTHORITY (BANK OF ENGLAND)
https://www.bankofengland.co.uk/prudential-regulation/
Brexit


Bank of England (BOE) e l’Autorità di vigilanza prudenziale britannica (PRA) hanno pubblicato, lo scorso 18 aprile, un documento congiunto (Policy Statement 5/19) che definisce le politiche generali a garanzia dell’operatività del quadro giuridico nel post-Brexit.

L’11 aprile, il Consiglio europeo ha deciso di estendere al 31 ottobre 2019 la data di uscita del Regno Unito dall’Unione europea. Il 31 maggio 2019 tale proroga cesserà di essere applicata nel caso in cui il Regno Unito non abbia tenuto elezioni al Parlamento europeo e non abbia ratificato l'accordo di ritiro (Withdrawal Agreement) entro il 22 maggio 2019.

In previsione della circostanza in cui un Withdrawal Agreement non venga concordato prima di tale data, la Bank of England e la Prudential Regulation Authority (PRA) hanno pubblicato svariati documenti di vigilanza (Exit Instruments, Supervisory Statements, Statements of Policy) che entreranno in vigore alla data effettiva di uscita del Regno Unito dall’Unione europea.

I contenuti di tali documenti sono rilevanti per tutte le imprese autorizzate e vigilate da PRA, gli infrastructure providers del mercato finanziario (FMI - attualmente vigilati da Bank of England) e gli enti soggetti ai poteri della Banca Centrale in qualità di Autorità di risoluzione. Alcuni aspetti riguardano anche le società autorizzate e regolamentate dalla Financial Conduct Authority (FCA) e il Financial Services Compensation Scheme (FSCS).

UE
STATISTICHE
NEWS