STATISTICHE
“Facts + Statistics: distribution channels”
III - INSURANCE INFORMATION INSTITUTE
https://www.iii.org/
Distribuzione


L’Insurance Information Institute (III), istituto statunitense per la ricerca in campo assicurativo, ha recentemente pubblicato un breve documento statistico (con dati 2017) dedicato alla distribuzione dei prodotti assicurativi negli Stati Uniti.

Assicurazioni vita

Nell’assicurazione vita, i trend recenti  (2008-2017) indicano che il ruolo degli  agenti indipendenti  ha ridotto la sua rilevanza a favore della vendita diretta: nell’ambito di quest’ultima, si tratta soprattutto di istituti di credito e consulenti finanziari, ma sono importanti veicoli di diffusione anche gruppi professionali e luoghi di lavoro. Una considerevole parte dei prodotti di rendita  variabile e una piccola quota delle  rendite fisse vengono  distribuite  da broker finanziari.

PRODOTTI VITA INDIVIDUALI

Quota di mercato  - 2008

Quota di mercato  - 2017

 

Agenti indipendenti

 

56%

 

51%

Agenti in esclusiva

36%

38%

Vendita diretta

3%

6%

Altro

5%

5%

Gli agenti di assicurazione (esclusivi e indipendenti) hanno  intermediato una quota consistente delle rendite individuali nel 2017:

PRODOTTI INDIVIDUALI DI RENDITA 

Quota di mercato  - 2013

Quota di mercato  - 2017

 

Broker indipendenti

 

24%

 

23%

Agenti indipendenti

16%

19%

Career Agents (in esclusiva)

21%

18%

Istituti di credito

16%

17%

Full service national broker-dealers

13%

12%

Vendita diretta

8%

8%

Altro

2%

3%

Per quanto concerne il “worksite marketing” – ossia la distribuzione di prodotti assicurativi e finanziari sul luogo di lavoro (coperture a sottoscrizione volontaria, i cui premi vengono corrisposti per il tramite del datore di lavoro, attraverso specifiche trattenute sullo stipendio) -   i dati sono relativi al 2014 per prodotti vita e salute: si tratta di premi per 6,89 miliardi di dollari (+3,7% rispetto al 2013).

Assicurazioni danni

I principali canali di distribuzione dell’assicurazione danni sono rappresentati dagli agency writers (agenti indipendenti o brokers)  e direct writers (agenti in escusiva, telefono, mail e Internet).

  • nel 2017, i direct writers rappresentavano il 52,9% dei premi netti danni, mentre gli agency  writers rappresentavano il 44,2%;
  • coperture individuali (personal lines):
    direct writers:  70,9% dei premi netti  -    agency writers: 26,9%;
  • coperture destinate alle imprese (commecial lines):
    agency writers:  68,6% dei premi netti  -    direct writers: 27,7%.

Nel 2018, infine, si stima che abbiano operato negli Stati Uniti 36.500 agenzie indipendenti (38.000 nel 2016).

UE
NEWS