NEWS
“Welfare Index PMI 2019: il welfare come Progetto d’impresa, il successo nasce dall’ascolto dei dipendenti” (Webpage di presentazione)
“Il welfare aziendale fa crescere l’impresa e fa bene al Paese. Rapporto 2019”
Welfare aziendale, PMI


È stato recentemente pubblicato “Welfare Index PMI 2019”, il 4° Rapporto sul welfare delle piccole e medie imprese italiane(1).
Il Report, promosso da Generali Italia con la partecipazione delle maggiori confederazioni italiane (Confindustria, Confagricoltura, Confartigianato e Confprofessioni), ha analizzato il livello di welfare esistente in 4.561 piccole e medie imprese.

Welfare Index PMI ha monitorato le iniziative delle imprese in 12 aree specifiche: previdenza integrativa, sanità integrativa, servizi di assistenza, polizze assicurative, conciliazione vita e lavoro, sostegno economico, formazione, sostegno all’istruzione di figli e familiari, cultura e tempo libero, sostegno ai soggetti deboli, sicurezza e prevenzione, welfare allargato al territorio e alle comunità.

Sollecitate dal nuovo impianto normativo, negli ultimi tre anni le imprese hanno dato una risposta significativa, incrementando sia l’ampiezza sia l’intensità delle iniziative di welfare.

Per misurare l’ampiezza, si considera il numero di aree, tra le 12 identificate, in cui le imprese hanno attuato almeno una iniziativa.
Quasi il 20% delle imprese di tutti i settori ha sviluppato politiche di welfare articolate in numerose aree. Queste possono essere definite come l’avanguardia del movimento, che in questi tre anni si è molto rafforzata sino a triplicare di numero. A questo gruppo si aggiunge un 26% di imprese mediamente attive (in 4 e 5 aree), anch’esse in aumento. Segue un 46,5% di imprese nella fase iniziale, di sperimentazione su un range più limitato di iniziative (fino a tre aree). Le imprese non attive nel welfare aziendale, che nel 2016 superavano il 18%, sono diminuite a meno dell’8%.

Similmente è cresciuta l’intensità del welfare aziendale, ossia il numero complessivo di iniziative attuate indipendentemente dalle aree. Le imprese poco attive (fino a due iniziative), che nel 2016 erano la maggioranza, oggi sono solamente un terzo del totale, mentre quelle molto attive (con almeno otto iniziative) sono passate dall’8,5% al 21,7%, e hanno registrato una forte crescita soprattutto nell’ultimo anno.

 

__________________
(1) Per il precedente, si veda: “Welfare Index PMI 2018: 3° Rapporto sul welfare delle PMI italiane”, in Panorama Assicurativo n. 175, maggio 2018 (Sezione “NEWS”).
http://www.panoramassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=39606&est=1

UE
STATISTICHE