“Bank of England and Financial Conduct Authority agree Memoranda of Understanding (MoUs) with EIOPA and EU insurance regulators” – (FCA - NEWS, 05.03.2019)
“EIOPA and its Members agree on No-deal Brexit Memoranda of Understanding with the Bank of England and the Financial Conduct Authority” (EIOPA – PRESS RELEASE, 05.03.2019 )
BOE/PRA – PRUDENTIAL REGULATION AUTHORITY (BANK OF ENGLAND - https://www.bankofengland.co.uk/
FCA – FINANCIAL CONDUCT AUTHORITY - https://www.fca.org.uk/
EIOPA – EUROPEAN INSURANCE AND OCCUPATIONAL PENSIONS AUTORITY - https://eiopa.europa.eu/
Brexit, Vigilanza


All’inizio di marzo, EIOPA e i suoi membri hanno stipulato i “No-Deal Brexit” Memoranda of Understanding  con le Autorità di vigilanza finanziaria del Regno Unito. Si tratta di accordi di cooperazione in materia di vigilanza  e di scambio di informativa nel caso in cui si verifichi l’uscita del Regno Unito dalla UE senza accordi di ritiro e in assenza di un “implementation period”.

In particolare, sono previsti:

  • un protocollo d'intesa multilaterale (Memoranda of Understanding) tra le Autorità di vigilanza nazionali (National Competent Authorities - NCAs) britanniche  ed europee (paesi UE/SEE), riguardante la cooperazione in materia di vigilanza e lo scambio di informazioni tra Supervisors;
  • un protocollo d'intesa bilaterale (Memorandum of Understanding) tra Autorità britanniche ed EIOPA, che riguarda il regolare scambio di informazioni e l'assistenza reciproca nell’ambito regolamentare e di vigilanza sulle assicurazioni.

Gli accordi sottoscritti mirano a:

  • mantenere la solidità del controllo prudenziale e della vigilanza sulla condotta delle imprese (ri-)assicuratrici e dei gruppi (compresi i casi di attività transfrontaliere, sia all’interno dello Spazio Economico Europeo sia nel Regno Unito);
  • mantenere la stabilità finanziaria dei mercati;
  • garantire un flusso reciproco di informazioni adeguate e affidabili, atto a garantire una vigilanza efficace e risk-based, nei confronti di: (a) imprese assicuratrici caratterizzate da attività cross-border operanti sia nel Regno Unito sia in uno Stato del SEE; (b) gruppi assicurativi caratterizzati da attività transfrontaliera;  (c) Special Purpose Vehicles (SPVs) stabiliti nel Regno Unito o in uno Stato dello Spazio Economico Europeo.
STATISTICHE
NEWS