S. ALVARO, F. ANNUNZIATA, M. Stella RICHTER JR (prefazione a cura di)
“Le partecipazioni dei fondi alternativi riservati in società quotate e in altri fondi” (17 SETTEMBRE 2018)
CONSOB – COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA
http://www.consob.it/
Fondi comuni di investimento

 

Un recente Quaderno Giuridico CONSOB è dedicato agli investimenti dei fondi alternativi riservati in società quotate.

Negli ultimi anni è cresciuto, non solo in Italia, il peso degli organismi di investimento collettivo del risparmio nel capitale delle società. L'armonizzazione della disciplina europea – arricchitasi, da ultimo, con la Direttiva AIFM – ha ampliato gli spazi di operatività degli OICR e introdotto nuove regole applicabili, tra gli altri, agli organismi riservati a investitori professionali e, in tale contesto, agli OICR di private equity.

La notevole varietà di forme organizzative e di tipologie di OICR riscontrabili negli Stati membri ha comportato, sul punto, un approccio tendenzialmente neutro da parte del legislatore europeo: negli Stati UE, gli OICR si presentano con forme articolate e diverse e la disciplina europea non ha inteso imporre una o più soluzioni specifiche.

Quando le forme degli OICR sono riconducibili a schemi consolidati, ricavabili dalla disciplina di diritto comune (ad esempio, la società per azioni), tali schemi sono modificati ad opera della disciplina speciale, al fine di adattarsi al modello generale di organismo di investimento collettivo. Quando gli OICR assumono forme diverse (come è, in Italia, il fondo comune di investimento), la disciplina speciale risulta a tratti lacunosa, trascurando spesso questioni fondamentali come, ad esempio, quelle che attengono alla soggettività dei fondi comuni.

La struttura e il modus operandi degli OICR pongono anche questioni che investono altri settori della disciplina del mercato finanziario. Tra di esse assumono rilievo quelle che attengono alla sovrapposizione tra gestione collettiva e disciplina degli emittenti quotati, da un lato, e tra gestione collettiva e regole di vigilanza prudenziale applicabili all'impresa che ne forma oggetto di investimento, dall'altro.

Sono questi i temi nei quali si articola il Quaderno:

  1. Le partecipazioni di un FIA riservato ad investitori professionali in una società quotata e in altri fondi
     
  2. OICR di private equity e partecipazioni qualificate al capitale delle banche: una ibridazione possibile?
     
  3. Conclusioni ed implicazioni di policy.
STATISTICHE
NEWS