STATISTICHE
“Life Insurance Annual Statistic Report” (TLAA)
“Annual Report 2017” (TGIA)
TLAA – THE THAI LIFE ASSURANCE ASSOCIATION - http://www.tlaa.org/2012/eng/index.php
TGIA – THAI GENERAL INSURANCE ASSOCIATION - https://www.tgia.org/
Analisi dei mercati

 

Le Associazioni delle compagnie assicuratrici vita (TLAA) e danni (TGIA) della Thailandia hanno pubblicato i rispettivi report annuali, che contengono i dati  sull’andamento del settore assicurativo nel 2017(1).

Nel comparto vita, i premi netti emessi sono ammontati a 591,4 miliardi di baht (16,2 miliardi di euro), in aumento del 5,5%.

Del totale, 428,5 miliardi (11,7 miliardi di euro) hanno riguardato polizze a premio ricorrente, mentre 61,5 miliardi (1,7 miliardi di euro) sono riferibili a premi unici. I premi di prima annualità sono ammontati a 101,4 miliardi (2,8 miliardi di euro).

Per quanto riguarda le tipologie di prodotti, le polizze tradizionali si sono confermate la componente portante, con 427,8 miliardi di baht (11,7 miliardi di euro).

Le prestazioni erogate nell’esercizio sono ammontate a 203 miliardi di baht (5,5 miliardi di euro), in aumento nell’anno dell’8,5%, di cui  90,5 miliardi (2,5 miliardi di euro)  corrisposti in relazione a contratti giunti a scadenza naturale.

Il totale degli attivi a fine esercizio ammontava a 3.319 miliardi di baht (90,7 miliardi di euro), il 14,5% in più rispetto al 2016, di cui 3.270 miliardi  (89,3 miliardi di euro) costituivano investimenti.

L’esercizio si è chiuso con un utile di 55,9 miliardi di baht (1,5 miliardi di euro), pari al 7,1% in più su base annua.

Nel comparto danni, la raccolta diretta ha raggiunto i 218 miliardi di baht (5,9 miliardi di euro), il valore più alto del decennio, con un incremento dell’1,3% rispetto al 2016.

L’auto (r.c.+kasko) si è confermato quale principale ramo in termini di raccolta premi, pari a 126 miliardi di baht (3,4 miliardi di euro), per un incremento del 3,2% rispetto al 2016 e una quota di raccolta di comparto del 57,7%.

Il rapporto sinistri/premi complessivo si è attestato al 56,15%. I rami caratterizzati dal rapporto più alto sono la r.c. auto e le coperture auto volontarie, con valori rispettivamente del 60,9% e del  64,8%. Il valore più contenuto è stato registrato dal ramo incendio (15,4%).

Il combined ratio di comparto ha raggiunto il 95,8%, in lieve aumento rispetto al 95,2% del 2016. L’unico ad avere superato la soglia del 100% è il ramo  delle coperture auto volontarie (102%).

L’indice di penetrazione assicurativa danni (premi/PIL) si è attestato all’1,41% (il valore più basso del quinquennio), mentre la spesa assicurativa danni pro-capite è salita a 3.220 baht (88 euro), il valore più alto dello stesso periodo.

La gestione finanziaria ha registrato proventi netti per 7 miliardi di baht (191 milioni di euro), in calo del 3,3% rispetto all’esercizio precedente.

I principali indicatori di redditività hanno evidenziato un calo rispetto al 2016: il ROE dal 7,73% al 6,37%, il ROA dal 3,06% al 2,66% e il ROI dal 3,38% al 3,32%.

Secondo i ranking 2017 elaborati da Swiss Re (“Sigma”) sulla base della raccolta premi, la Thailandia occupa l’8° posto fra i mercati assicurativi dell’Asia e il 27° su scala mondiale.

_________________________

(1)  Per  l’esercizio precedente, si veda: “Thailandia: i dati del 2016 nei report delle associazioni fra assicuratori”, in Panorama assicurativo n. 171, gennaio 2018 (Sezione “STATISTICHE”).
http://www.panoramaassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=39281&est=1

 

NEWS