“PRA review finds that 70% of banks recognise that climate change poses financial risks” (PRESS RELEASE, 26 settembre 2018)
"Transition in thinking: The impact of climate change on the UK banking
sector" (Sept. 2018)
BOE – BANK OF ENGLAND, PRUDENTIAL REGULATION AUTHORITY (PRA)
https://www.bankofengland.co.uk/
Cambiamento climatico, Stabilità finanziaria

 

Il 70% delle banche britanniche è consapevole dei rischi derivanti dal climate change: questo è quanto emerge da un’indagine della Prudential Regulation Authority (PRA), l’Autorità di vigilanza prudenziale del Regno Unito.

Secondo l’indagine, che ha riguardato il 90% delle banche attive nel Paese, con attivi pari complessivamente a 11.000 miliardi di sterline, le istituzioni creditizie hanno cominciato a considerare i possibili rischi al loro business model, ad esempio quelli derivanti dalla concessione di mutui per abitazioni soggette ad alluvioni o le esposizioni creditizie verso Paesi che possono essere colpiti da eventi climatici estremi, con gravi conseguenze in termini di stabilità finanziaria.

Sul tema, peraltro, PRA ha deciso di avviare una pubblica consultazione diretta a banche e assicurazioni relativa alle best practice da adottare in risposta a questi rischi, con riguardo a settori quali la governance, la strategia di impresa e il risk management(1).

PRA ha istituito, inoltre, in collaborazione con la Financial Conduct Authority (FCA), un forum sulla gestione dei rischi e della transizione verso un’economia low carbon, che vedrà la partecipazione di rappresentanti del settore finanziario e assicurativo, esperti scientifici e altri stakeholder.

 

__________________
(1) Si veda, in proposito: “Regno Unito: consultazione PRA sulla gestione dei rischi finanziari del climate change nelle banche e nelle assicurazioni”, in questo stesso numero di Panorama Assicurativo.
http://www.panoramassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=40092&est=1

 

STATISTICHE
NEWS