NEWS
“CBIRC Issues Notices Allowing ‘Foreign-Invested’ Insurance Agencies and Loss Adjusters” (Clyde&Co. INSIGHT, 29 June 2018)
Distribuzione

 

Il 28 giugno scorso, l’Autorità cinese per la vigilanza sul comparto bancario e assicurativo (CBIRC - China Banking & Insurance Regulatory Commission) ha pubblicato  due nuovi documenti (“Notice allowing foreign-invested Insurance Agency” - “Notice allowing foreign-invested Loss Adjusters”).  Si tratta, nello specifico, di norme che riguardano le agenzie assicurative e le società specializzate nella liquidazione dei sinistri caratterizzate da partecipazione estera.

Di seguito, gli elementi chiave delle “Notices”:

  • le agenzie di assicurazione estere con esperienza operativa continuativa superiore ai tre anni al di fuori dei confini della Cina e le imprese assicuratrici caratterizzate da partecipazioni/capitalizzazione estera (FII – Foreign-invested Insurance companies) con più di tre anni di esperienza operativa continuativa in Cina possono richiedere a CBIRC di costituire, in  territorio cinese,  un'agenzia di assicurazione a capitale estero (FIIA – Foreign-invested Insurance Agency).
    L'ambito di attività di tali Agenzie, se autorizzate ad operare, dovrà essere identico a quello delle agenzie di assicurazione cinesi (DIIA – Domestic-invested Insurance Agency), secondo la normativa vigente nel Paese.
  • le società  estere specializzate in liquidazione sinistri con esperienza operativa continuativa superiore ai tre anni al di fuori dei confini della Cina e le imprese assicuratrici caratterizzate da partecipazioni/capitalizzazione estera (FII – Foreign-invested Insurance companies) con più di tre anni di esperienza operativa continuativa in Cina possono richiedere all’Autorità di vigilanza di costituire, in  territorio cinese,  una società specializzata in liquidazione sinistri a capitale estero (FILA – Foreign-Invested Loss Adjuster).
    L'ambito di attività di tali società di liquidazione sinistri, se autorizzate ad operare, deve essere identico a quello delle loro corrispondenti cinesi (DILA – Domestic-Invested Loss Adjuster), secondo la normativa vigente nel Paese.

Nella storia del settore assicurativo cinese, si tratta della prima volta che alle Foreign-invested Insurance Agency (FIIA) e ai Foreign-Invested Loss Adjuster (FILA) con capitale estero pari o superiore al 25% è offerta l’opportunità di ottenere l’autorizzazione all’operatività sul territorio nazionale. Se autorizzate dall’Autorità, FIIA e FILA potranno anche essere interamente controllate dall’estero (100% foreign-owned).

STATISTICHE