NEWS
“Facts and figures. Mutual and cooperative insurance in Europe, Vol 2”
AMICE - ASSOCIATION OF MUTUAL INSURERS AND INSURANCE COOPERATIVES IN EUROPE - http://www.amice-eu.org
ICMIF - INTERNATIONAL COOPERATIVE AND MUTUAL INSURANCE FEDERATION - https://www.icmif.org/
Assicurazioni mutue

 

La nuova edizione del report dell’Associazione AMICE dedicato alle compagnie mutue e cooperative in Europa evidenzia i significativi cambiamenti che hanno caratterizzato il settore nel periodo 2007-2015(1).

Il quadro delineato nel report mostra un comparto che ha conosciuto nuova vitalità e capacità di crescita in quinquennio caratterizzato dalla contrazione del business.
Alla base di questa tendenza risiede la peculiare attenzione che mutue e cooperative attribuiscono agli interessi dei soci/assicurati, elemento che ha fatto la differenza nelle scelte di investimento di lungo periodo soprattutto con l’avvento della crisi finanziaria globale.

Infatti, se da un lato il numero di operatori è sensibilmente diminuito (da oltre 3.500 a meno di 2.500), nel periodo considerato si è osservato un deciso aumento nel numero di soci/assicurati nonché un incremento del tasso di crescita della raccolta.
La raccolta premi ha raggiunto la soglia di 400 miliardi di euro, portando la quota di mercato del comparto delle mutue e cooperative nel business assicurativo europeo dal 24% del 2007 al 31% del 2015.

L’incremento della raccolta vita è stato nell’ordine del 35%, mentre quella del settore danni del 30%.
Il valore degli asset a fine 2015 era di 2.780 miliardi di euro, il 50% in più rispetto al 2007.

Austria e Paesi Bassi hanno evidenziato la maggiore quota di mercato per mutue e cooperative, con valori rispettivamente prossimi al 60% e al 50%.
Per l’Italia la quota è di poco superiore al 20%, più bassa dei principali mercati ad eccezione del Regno Unito.

L’indagine prende in considerazione 32 Paesi europei: i 28 Paesi UE più i 4 EFTA.
Per ciascuno è presentata la situazione normativa vigente e sono riportati i dati principali del comparto mutualistico, quali il numero di operatori, le quote di mercato e i volumi di raccolta dal 2007 al 2015.

A causa delle profonde differenze fra ordinamenti nazionali nella definizione di compagnie mutue e cooperative, il rapporto distingue le tre seguenti categorie di operatori:

  • compagnie strutturate nella forma giuridica di mutua o cooperativa;
  • compagnie strutturate in forma di società di capitali, ma controllate da mutue o cooperative;
  • soggetti differenti dalle due precedenti categorie, ma che presentano logiche di gestione e di controllo basate sui principi dell’assicurazione mutualistica o cooperativa.

__________________
(1) Per il volume precedente, si veda: “Le assicurazioni mutue e cooperative nell’Unione europea. Report AMICE”, in Panorama assicurativo n. 107, settembre 2012 (Sezione “STATISTICHE”).
http://www.panoramassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=34285&est=1

STATISTICHE