NEWS
“World Wealth Report 2018 di Capgemini: la popolazione degli High Net Worth Individual supera per la prima volta i 70.000 miliardi di dollari” (WEBPAGE di presentazione, 19 giugno 2018)
“World Wealth Report 2018” (REPORT)
Risparmio, Ricchezza

 

La ricchezza posseduta dagli “HNWI”(1) ha superato nel 2017  i 70.000 miliardi di dollari, con una crescita del 10,6% rispetto all’anno precedente. Anche gli “ultra HNWI”(2) evidenziano una crescita, in termini sia di numerosità sia di ricchezza complessiva, con variazioni – rispettivamente – dell’11,2% e del 12%. La redditività degli investimenti degli HNWI si consolida nel 2017, con rendimenti superiori al 20% per il secondo anno consecutivo.

Questo è quanto emerge dall’edizione 2018 del World Wealth Report di Capgemini, il report annuale sulla ricchezza nel mondo.

Le regioni mondiali dove la crescita della ricchezza dei milionari è stata più forte sono stati il Nord America e la regione asiatico/pacifica. Anche in Europa è proseguito l’aumento degli HNWI.

La maggioranza degli investitori più facoltosi si rivolge a una pluralità di asset manager, anche se la tendenza è quella di polarizzare le decisioni di allocazione dei propri attivi verso un gestore principale.

Si registra, inoltre, la tendenza a ricorrere alla cosiddetta consulenza “ibrida”, intendendo con essa una consulenza che integra metodi di analisi digitale degli investimenti e la tradizionale consulenza personale.

In tale contesto la sfida rappresentata dalle Big Tech attive nel settore finanziario è sempre più concreta.
Non si tratta, in proposito, di chiedersi se questi soggetti acquisiranno importanti quote di mercato nella gestione della ricchezza degli HNWI, ma quando ciò avverrà.
In ogni caso, per gli operatori tradizionali sarà indispensabile modificare e adattare alle novità della rivoluzione digitale il proprio business model.

_____________
(1) High Net Worth Individuals, ossia i soggetti che detengono una ricchezza investibile pari a più di un milione di dollari statunitensi, escludendo i beni di consumo (durevoli e no) e l’abitazione principale.

(2) I soggetti che possiedono più di 10 milioni di dollari.

STATISTICHE