NEWS
Carrie YANG, Amanda LI
Insight/Updates – “China issues long awaited internet insurance regulation”
Internet

Lo scorso 23 luglio, l’Autorità di regolamentazione dei servizi assicurativi in Cina (CIRC – China Insurance Regulatory Commission) ha pubblicato nuove misure di vigilanza sull’attività assicurativa svolta con l’ausilio di Internet (Interim Supervisory Measures on Internet Insurance Business – “the Measures”), che sono entrate in vigore il 1° ottobre 2015 con durata triennale e sostituiscono la precedente normativa (Supervisory Measures on Internet Insurance Business of Insurance Agencies and Brokers, in vigore dal 2012).

Le nuove disposizioni si applicano all’attività assicurativa svolta attraverso piattaforme online, telefoni cellulari e tecnologie per la mobile communication, sistemi di messaggistica, apps e social networks (“Internet Insurance Business”).
Gli operatori che esercitano l’“Internet Insurance Business” devono essere:

  • imprese assicuratrici autorizzate da CIRC e registrate in Cina;
  • intermediari assicurativi (agenzie, brokers, loss adjusters) il cui campo di operatività - già approvato dalla vigilanza -  prevede la possibilità di estensione dell’attività oltre i limiti della provincia  in cui risulta valida la licenza.

Gli operatori “online” dovranno assumere le responsabilità derivanti dall’attività assicurativa svolta tramite Internet (vendita, underwriting, gestione sinistri, trattamento dei reclami e customer services).
Grazie alle nuove disposizioni, gli operatori del mercato che praticano l’Internet Insurance Business potranno esercitare l’attività assicurativa anche al di fuori dei confini provinciali entro i quali è valida la licenza rilasciata dall’Autorità di vigilanza, limitatamente alla commercializzazione dei seguenti prodotti:

  • assicurazione infortuni e assicurazione vita;
  • coperture assicurative per la tutela della casa (household insurance), responsabilità civile, credito e cauzioni;
  • coperture assicurative del comparto danni (property/casualty) se l'intero processo di vendita del prodotto, sottoscrizione del contratto e gestione dei sinistri può essere condotto via Internet in modo indipendente e in ogni sua parte;
  • altri tipi di copertura assicurativa ammessi dall’Autorità di vigilanza.

Le imprese operanti secondo il regime dell’Internet Insurance Business sono inoltre tenute a particolari obblighi di disclosure. Si richiede, ad esempio, la chiara indicazione del sito web, dei prodotti assicurativi disponibili, delle modalità di accesso ai customer services e alle procedure di richiesta di risarcimento.

Secondo l’Autorità di vigilanza cinese, a fine 2014 risultavano essere 85 le imprese assicuratrici operanti sul mercato secondo criteri di Internet Insurance Business, per una raccolta premi complessiva di 85,89 miliardi di Yuan, pari a 1.200 miliardi di euro (+195% rispetto al 2013). Le nuove disposizioni della vigilanza rispondono all’obiettivo di regolamentare meglio un settore che – come si evince dai dati – si dimostra in piena espansione.

 

 

STATISTICHE