NEWS
“Presentati i risultati dell’indagine ‘Bilancio di sostenibilità del welfare italiano’. Gli Italiani chiedono un nuovo sistema di welfare” (COMUNICATO STAMPA 20/10/2015)
“Le proposte del Forum ANIA-Consumatori per un welfare equo e sostenibile” (20/10/2015)
Welfare

Il Forum ANIA-Consumatori ha presentato, in occasione di un convegno tenutosi il 20 ottobre a Roma, il volume “Gli scenari del welfare. Verso uno stato sociale sostenibile” (ed. Franco Angeli). Il volume contiene i risultati dell’indagine “Bilancio di sostenibilità del welfare italiano”, realizzata dal CENSIS, e le ricerche svolte sul tema in collaborazione con le Associazioni dei consumatori aderenti al Forum.

Secondo il CENSIS, il 53,6% degli italiani dichiara che il welfare state si è ridotto e che paga ormai di tasca propria molte delle spese che in precedenza venivano garantite dallo Stato Sociale.
La spesa sanitaria “out of pocket”, in particolare, ammonta al 18% della spesa sanitaria delle famiglie (500 euro), contro il 7% in Francia e il 9% nel Regno Unito.
Inoltre, in Italia risultano 3 milioni di cittadini non autosufficienti che necessitano di assistenza, con oltre 1,3 milioni di “badanti” e una spesa per le famiglie di circa 10 miliardi l’anno.

Sulla base di queste analisi, Il Forum ANIA–Consumatori ha presentato alcune proposte che mirano a promuovere trasparenza, equità, efficienza e affidabilità del sistema italiano di welfare, nonché a stimolare maggiore attenzione verso la prevenzione dei rischi legati alla salute e le conseguenze dell’evoluzione demografica nel nostro Paese.

Nel commentare la presentazione del volume, il Presidente del Forum ANIA–Consumatori, Pier Ugo Andreini, ha dichiarato: “Le indagini fatte dimostrano che il sistema attuale di welfare è inadeguato alle reali esigenze dei cittadini. Ne è un chiaro esempio il fatto che gli italiani pagano di tasca propria le spese sanitarie in misura doppia rispetto ai francesi e agli inglesi. Siamo convinti che gli assicuratori possano rendere più efficiente questa spesa e i consumatori possano rendere i cittadini sempre più consapevoli e informati.”
Giuseppe De Rita, Presidente del Censis, ha inoltre dichiarato: “Il welfare italiano sta cambiando e le famiglie rispondono con processi di adattamento che includono una forte esposizione finanziaria, anche con fenomeni di rinuncia alle prestazioni. Questo cambio del welfare è problematico. Ciò di cui c’è bisogno è che la famiglia ritrovi quella percezione di fiducia essenziale per fare sviluppo.”

 

STATISTICHE