“Review of the methodology to derive the ultimate forward rates”
EIOPA- EUROPEAN INSURANCE AND OCCUPATIONAL PENSIONS AUTHORITY
https://eiopa.europa.eu
Solvency II, Curva risk-free, UFR

Uno dei parametri per il calcolo della curva dei tassi risk-free -  necessaria per il calcolo del valore attuale delle riserve tecniche -  è rappresentato dal cosiddetto Ultimate Forward Rate (UFR), essenziale per determinare i tassi che non è possibile derivare direttamente dai mercati e che, perciò, devono essere estrapolati.

Ad esempio, con riguardo alla struttura a termine per gli impegni denominati in euro, l’UFR influenza i tassi di interesse per le scadenze superiori ai 20 anni.

Gli Atti Delegati di Solvency II stabiliscono che l’UFR riflette le aspettative circa il tasso di interesse reale di lungo termine e l’inflazione attesa. Per diverse valute – compreso l’euro – il livello dell’UFR, come somma di tali componenti, è al momento fissato al 4,2%. Il tasso reale di lungo termine, infatti, è derivato dalle medie di lungo periodo dei passati tassi reali (2,2%), mentre il tasso di inflazione si basa sul tasso obiettivo della Banca Centrale Europea (2%).

EIOPA conferma che il tasso del 4,2% rimarrà invariato sino alla fine del 2016, in modo da garantire la stabilità del framework per l’attuazione di Solvency II, ma comunica che sta attualmente rivedendo la metodologia per determinare il livello dell’UFR. Il processo di revisione prevede una pubblica consultazione, mentre una decisione definitiva sulla materia sarà presa nel mese di settembre del prossimo anno.

 

STATISTICHE
NEWS