NEWS
“Enhancing the effectiveness of supervisory colleges”
Vigilanza, Gruppi

Il CRO Forum ha recentemente pubblicato un paper dedicato al tema dell’operatività dei Collegi dei supervisori, organismi costituiti dalle Autorità nazionali che sono coinvolte nella vigilanza sui gruppi assicurativi operanti in più di un paese.

Il documento illustra i risultati di un’indagine condotta dal Forum nel 2014, volta a raccogliere i pareri delle imprese associate sui modi per rendere il funzionamento dei Collegi più efficiente.

L’indicazione principale emersa dall’indagine è che i Collegi sono uno strumento importante per costruire un rapporto di fiducia, facilitare un flusso efficiente di informazioni, garantire una buona collaborazione e coordinamento fra supervisori.

L’indagine ha altresì evidenziato che esistono forti diversità culturali in Europa riguardo al ruolo del Group Supervisor nei Collegi. Per questo, il CRO Forum formula alcune raccomandazioni in termini di  "buone pratiche",  al fine di migliorare la coerenza del modo di funzionamento dei Collegi.

Le raccomandazioni sono le seguenti:

  • i Collegi dovrebbero avere una “vision” chiaramente definita;
     
  • i Collegi dovrebbero riunirsi regolarmente (almeno una volta l’anno), in coerenza con il piano di lavoro concordato, per garantire una condivisione delle informazioni e un coordinamento delle responsabilità più efficaci;
     
  • il processo decisionale dovrebbe essere documentato per iscritto, tenendo conto che, nella maggior parte dei casi, il Collegio svolge il ruolo di facilitatore e di supporto per il Group Supervisor, ma non è, in sé, un organismo decisore;
     
  • dovrebbe essere promossa la collaborazione fra i membri del Collegio e con EIOPA;
     
  • dovrebbero operare meccanismi tempestivi, coerenti e formalizzati di feedback ai gruppi assicurativi in merito alle decisioni assunte;
     
  • il ruolo di EIOPA nel quadro di Solvency II dovrebbe essere quello di monitorare le performance dei Group Supervisors, incoraggiare l’armonizzazione delle buone pratiche nei Collegi e garantire un’interpretazione coerente del nuovo regime di solvibilità.

 

STATISTICHE