NEWS
“Global risk management survey, ninth edition. Operating in the new normal: increased regulation and heightened expectations”
Risk management


L’indagine realizzata da Deloitte ha l’obiettivo di valutare le modalità di conduzione delle attività di risk management in 71 importanti istituzioni finanziarie su scala globale (1).

Dal punto di vista macroeconomico, lo scenario attuale prevede una rivalutazione del dollaro e una riduzione del prezzo dell’energia. Si tratta di tendenze che, da una parte, favoriscono alcuni paesi esportatori e, dall’altra, rischiano di mettere in crisi le economie che si basano maggiormente sulle materie prime energetiche (ad esempio, la Russia).

Ai rischi di carattere macroeconomico, si aggiungono quelli connessi alla regolamentazione. Le continue riforme regolamentari, infatti, hanno un profondo impatto sull’industria finanziaria e costituiscono un rilevante elemento di incertezza, di fronte al quale le istituzioni devono attivare misure organizzative e di compliance interna.
Per quanto riguarda, in particolare,  l’identificazione e la gestione dei fattori di rischio, le imprese intervistate hanno segnalato  (in larga maggioranza, 92% delle istituzioni)  che è stato deciso di creare la figura del Chief Risk Officer (CRO).

Il modello organizzativo inspirato all’ Enterprise Risk Management è diventato, a sua volta, una pratica diffusa (oltre il 90% delle imprese ha dichiarato di averlo adottato).

Tra le altre indicazioni, risulta un uso crescente degli stress test e una sempre maggiore attenzione alla cultura del rischio.

______________

(1) Sono stati intervistati i rappresentanti di  istituti di credito, assicurazioni e società di gestione del risparmio, che detengono un capitale gestito complessivo di 18.000 miliardi di dollari statunitensi.

 

STATISTICHE