Nicolas BOCCARD
“Resilience to Natural disasters in France”
SSRN – SOCIAL SCIENCE RESEARCH NETWORK
http://ssrn.com
Calamità naturali

 

l’Autore si propone di formulare proposte innovative per la gestione degli eventi climatici estremi in Francia, prendendo in considerazione non solo le catastrofi meno frequenti, ma l’intera gamma di fenomeni naturali distruttivi che si verificano nel suolo nazionale.

Utilizza, a tal fine, un ampio database contenente informazioni sulle catastrofi naturali a livello locale negli ultimi trent’anni e li incrocia con dati demografici, allo scopo di individuare le tendenze rilevanti degli impatti causati dagli  eventi catastrofali in Francia.

L’analisi mostra che - nella media del periodo - il numero di cittadini colpiti ogni mese da eventi naturali è pari a 23 ogni 1.000, ma si riscontra una tendenza alla diminuzione da trent’anni a questa parte.

L’impatto tendenzialmente decrescente delle catastrofi è con ogni probabilità dovuto alla migliore capacità del Paese di far fronte agli eventi distruttivi, anche se ulteriori ricerche sono necessarie per verificare se tale miglioramento è imputabile a criteri di costruzione improntati a maggiore sicurezza o al fatto che si tende a costruire di più in aree a minor rischio.

I territori d’Oltremare, esposti a un clima tipicamente tropicale, risultano colpiti in misura solo lievemente superiore rispetto al territorio europeo.

Si stima che il costo economico complessivo degli eventi catastrofali ammonti all’incirca a 65 euro pro-capite ogni anno.

Per gestire con maggiore efficacia il rischio catastrofale, l’Autore propone che la parte di rischio non coperta privatamente sia trasferita dal livello centrale al livello locale, in modo da incentivare le comunità sul territorio all’adozione di più efficaci misure di prevenzione.

 

STATISTICHE
NEWS