STATISTICHE
Key statistics. Life insurance and pensions 2015 (Data to 31 December 2014)
Key statistics. Non-Life insurance 2015
FNO – FINANCE NORWAY
https://www.fno.no
Analisi dei mercati


Finance Norway (FNO), l’Associazione degli operatori finanziari norvegesi, ha pubblicato due rapporti sull’andamento del settore assicurativo dedicati, rispettivamente, al comparto vita e previdenza e al comparto danni.

Per quanto riguarda il settore vita e previdenza, la raccolta 2014 ha raggiunto i 92 miliardi di corone (10,3 miliardi di euro), il 13% in più rispetto al 2013.
La composizione del mercato non ha subito rilevanti variazioni. Risulta dominante la componente previdenziale - con una quota nell’ordine dell’80% del totale -, dove spicca il peso dei piani collettivi per lavoratori del settore privato (Private group pensions) e del settore pubblico (Municipality group pension). Le polizze vita tradizionali rappresentano il restante 20%.
Le prestazioni erogate nell’anno sono cresciute del 3,5%, portandosi a 48,3 miliardi di corone (5,4 miliardi di euro). Negli ultimi tre esercizi si è osservato un progressivo aumento delle erogazioni, con una costante crescita delle rendite mensili, mentre le erogazioni di capitali in unica soluzione sono in calo.
Il valore degli attivi a fine esercizio ammontava a 1.200 miliardi di corone (134 miliardi di euro), il 10,5% in più rispetto al 2013.

Con riferimento al comparto danni, la raccolta premi lorda ha superato i 74,2 miliardi di corone (8,3 miliardi di euro), con un aumento del 2,7% rispetto al 2013.
I principali rami si sono confermati quelli auto, abitazioni e infortuni/salute, con quote rispettivamente del 37%, 19% e 16%. Proprio il ramo infortuni e salute ha registrato nel 2014 un sensibile aumento dell’incidenza sul totale danni (+5 punti percentuali).

Gli oneri per sinistri, al netto della riassicurazione, sono invece diminuiti dell’1,3% nell’anno.
I proventi finanziari netti da investimenti sono rimasti sostanzialmente invariati a 4,9 miliardi di corone (548 milioni di euro), mentre i costi operativi si sono attestati a 11,5 miliardi di corone (1,3 miliardi di euro), con un aumento del 13,8%.
Su questo ultimo aspetto va sottolineato come le compagnie danni norvegesi abbiano da tempo avviato una profonda revisione delle procedure interne volte ad ottimizzare i costi operativi e migliorare così la redditività. Il risultato è stato un sensibile miglioramento del cost ratio (rapporto fra costi operativi e premi incassati), che nel 2014 è tornato a risalire (18%) dopo anni di continue diminuzioni.
Il totale degli attivi a fine esercizio ha segnato un incremento del 6,6%, per un totale di 224,5 miliardi di corone (25,1 miliardi di euro).
La gestione ordinaria ha chiuso l’esercizio con proventi per 18,6 miliardi di corone (2 miliardi di euro euro), il 29% in più rispetto al 2013.

Il ranking Swiss Re – Sigma,  relativo alla raccolta premi 2014,  pone la Norvegia al 15° posto in Europa e al 28° su scala mondiale.

 

NEWS