Articolo tratto da: PANORAMA ASSICURATIVO (http://www.panoramassicurativo.ania.it/?idcnt=41660)
STRUTTURA DEI MERCATI ASSICURATIVI ED EFFETTI SU CRESCITA, INNOVAZIONE E SVILUPPO
Craig THORBURN
Mercato assicurativo, Concorrenza


Il livello di concorrenza di un mercato assicurativo si riflette sempre sullo sviluppo e sulla capacità di promuovere l’innovazione? È plausibile l’ipotesi che un eccesso di concorrenza -   testimoniato da un grande numero di player e quindi da una elevata frammentazione del mercato -   possa comportare effetti negativi a livello di benessere sociale ed economico?

L’effetto ipotizzato si potrebbe verificare qualora il numero elevato di competitori produca una concorrenza irrazionale sui prezzi e, a cascata, una riduzione sia dei margini di profitto sia della qualità del servizio assicurativo sia, infine, della capacità di innovazione.

Sono queste le domande alle quali un paper della Banca Mondiale intende rispondere, prendendo in considerazione un dataset di 180 Paesi, su un arco temporale che copre 30 anni.

Lo studio analizza in maggiore dettaglio i mercati assicurativi danni delle economie emergenti, dove l’importanza delle coperture auto obbligatorie è ancora prevalente.

Dall’analisi si rileva un’elevata correlazione indiretta tra livello di sviluppo, tassi di crescita e livello di frammentazione del mercato; in altri termini, più è concentrato il mercato, più elevati sono gli indici relativi allo sviluppo e alla crescita.

Al contrario, non è dimostrabile una correlazione statisticamente significativa tra livello di sviluppo, importanza delle assicurazioni obbligatorie e/o dimensioni assolute del mercato. L’estensione dell’obbligatorietà delle coperture va quindi considerata con cautela, se l’obiettivo è quello di favorire lo sviluppo del mercato assicurativo. 

In via provvisoria, conclude il paper, si può confermare l’ipotesi che un eccesso di frammentazione conduca a una compressione dei margini di profitto, il che costituisce un vincolo agli investimenti in innovazione del settore.

Fase successiva del progetto di ricerca sarà l’allargamento delle variabili analizzate, utilizzando anche un’analisi di regressione multipla.