Articolo tratto da: PANORAMA ASSICURATIVO (http://www.panoramassicurativo.ania.it/?idcnt=41286)
EIOPA: PUBBLICATI I RISULTATI DELLO STRESS TEST 2019 SUI FONDI PENSIONE EUROPEI
EIOPA EUROPEAN INSURANCE AND OCCUPATIONAL PENSIONS AUTHORITY - https://eiopa.europa.eu/
Fondi pensione, Stress test


EIOPA ha pubblicato, il 17 dicembre scorso, i risultati dello stress test 2019 svolto con riguardo alle istituzioni pensionistiche europee. Si tratta di un esercizio biennale(1) cruciale per valutare la resilienza e le potenziali vulnerabilità delle istituzioni pensionistiche, sia a benefici definiti (DB) che  a contributi definiti (DC), calibrato sulle specificità del settore e sul possibile impatto in termini di stabilità finanziaria. Per la prima volta, l’esercizio ha riguardato l'analisi dei fattori ambientali, sociali e di governance (ESG).

Nel test del 2019, EIOPA ha applicato uno scenario di mercato avverso caratterizzato da un'improvvisa rivalutazione dei premi di rischio e da shock ai tassi di interesse su scadenze brevi, con conseguente aumento dei rendimenti e ampliamento degli spread di credito. Tale scenario è stato applicato al bilancio "di base" di fine 2018 di un campione rappresentativo di fondi dello Spazio economico europeo (SEE). Nello scenario base, tali fondi hanno evidenziato un deficit finanziario di 41 miliardi di euro, pari al 4% delle passività.

Lo scenario di mercato sfavorevole avrebbe comportato un fabbisogno finanziario aggregato pari a 180 miliardi di euro secondo le metodologie nazionali e a 216 miliardi seguendo la metodologia comune dello stress test. Secondo quest’ultima metodologia, le carenze nello scenario avverso avrebbero innescato una riduzione aggregata dei benefici per 173 miliardi e le imprese sponsor avrebbero dovuto fornire un sostegno finanziario di 49 miliardi di euro.

Valutando i potenziali comportamenti di investimento dei fondi dopo l'evento di stress, EIOPA ha osservato una tendenza a riequilibrare le allocazioni di investimento pre-stress entro 12 mesi dallo shock. Ciò potrebbe indicare aspetti anticiclici del comportamento di investimento, ma comporterebbe anche alcuni rischi.

La maggior parte dei fondi del campione ha indicato di aver adottato le misure appropriate per identificare i fattori di sostenibilità e i rischi ESG nelle loro decisioni di investimento, il che è importante per un'efficace attuazione della Direttiva IORP II; solo il 30% di essi, tuttavia, ha messo in atto processi per gestire i rischi ESG. Inoltre, solo il 19% del campione valuta l'impatto dei fattori ESG sul rischio e sui rendimenti degli investimenti.

In totale, 19 Paesi hanno partecipato all'esercizio, rappresentanti oltre il 60% del settore a prestazioni definite (DB) e il 50% del settore a contributi definiti (DC) in termini di attivi nella maggior parte dei Paesi. In totale, hanno partecipato 176 fondi, di cui 99 di tipo DB e 77 di tipo DC.

 

________________
(1) Per l’esercizio precedente, si veda: “EIOPA: pubblicati i risultati dello Stress Test 2017 sui fondi pensione europei”, in Panorama Assicurativo n. 171, gennaio 2018 (Sezione “UE”).
http://www.panoramassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=39291&est=1