Articolo tratto da: PANORAMA ASSICURATIVO (http://www.panoramassicurativo.ania.it/?idcnt=40496)
CORPORATE GOVERNANCE: PROATTIVITA’ NELL’AZIONE DI VIGILANZA. APPLICATION PAPER IAIS
IAIS – INTERNATIONAL ASSOCIATION OF INSURANCE SUPERVISORS - https://www.iaisweb.org/
Vigilanza, Corporate Governance


IAIS ha recentemente pubblicato un Application Paper dedicato alla vigilanza proattiva (“proactive supervision”)  sulla corporate governance delle imprese di assicurazione.

Nel documento, IAIS evidenzia come la proattività sia ritenuta un fattore fondamentale per  un’attività di vigilanza realmente efficace. Il supervisore, in particolare,  dovrebbe compiere valutazioni prospettiche e non basarsi solo su dati storici, in modo da risolvere eventuali problematiche ancora allo stadio iniziale ed evitando, quindi, l’evoluzione verso situazioni “critiche”.

L’Application Paper – i cui contenuti sono basati sui feedback ricevuti dai membri IAIS, dagli stakeholders, dai componenti il Governance Working Group – illustra le “buone pratiche” relative all'organizzazione e al funzionamento della vigilanza, con l'obiettivo di promuovere una “proactive supervision” nell’ambito della corporate governance. In particolare, mira a sensibilizzare/a fornire sostegno nella risoluzione delle sfide (organizzative, culturali, procedurali) proprie delle Autorità di vigilanza, favorendo l’adozione di misure appropriate già nella fase iniziale di eventuali criticità.

Posto che non esiste un approccio univoco, la proactive supervision dovrebbe essere condotta in misura proporzionata alle questioni identificate, utilizzando un approccio personalizzato in base alle circostanze e con la dovuta attenzione agli obiettivi di vigilanza, delle norme e dei regolamenti pertinenti.

Nel paper vengono posti in particolare rilievo i seguenti aspetti:

  • il supervisor è chiamato a tenere in debita considerazione vie praticabili per migliorare l'organizzazione, la cultura e i processi di vigilanza (ad esempio,  l'esperienza del personale e la volontà dello staff di agire in base ai risultati ottenuti);
  • il supervisor deve disporre di informazioni pertinenti per essere in grado di svolgere una proactive supervision e può adottare diversi approcci per la raccolta di tali informazioni;
     
  • l'Autorità di vigilanza dovrebbe valutare lo sviluppo di un sistema di alert tempestivo, basato  sull’utilizzo di  indicatori relativi alla governance;
  • l’efficacia nella comunicazione con le imprese assicuratrici e il pubblico va a beneficio di una proactive supervision.