Articolo tratto da: PANORAMA ASSICURATIVO (http://www.panoramassicurativo.ania.it/?idcnt=40336)
IRLANDA: 2° VOLUME DELLA “MICRO-FINANCIAL REVIEW” 2018
CENTRAL BANK OF IRELAND - https://www.centralbank.ie/
Analisi dei mercati

 

La Banca centrale irlandese ha pubblicato il secondo volume della Micro-financial review 2018(1).

Per il settore assicurativo, il report sottolinea come le attuali condizioni economiche favoriscano la crescita del business vita, nonostante la presenza di forti pressioni competitive.

Il comparto presenta soddisfacenti livelli di capitalizzazione e solvibilità.

Nel 1° semestre 2018, la raccolta premi è cresciuta del 3,7%, con i prodotti di natura previdenziale che hanno continuato a svolgere un ruolo preminente, anche favoriti dalla buona congiuntura occupazionale.

Le polizze unit-linked continuano a rappresentare la principale tipologia di prodotto diffuso nel mercato.

Nel comparto danni, le imprese focalizzate sul mercato nazionale hanno registrato nel 1° semestre 2018 un significativo miglioramento della redditività tecnica, mentre la gestione finanziaria è rimasta sotto pressione a causa dei bassi tassi di interesse.

La raccolta premi è aumentata dell’1,1%, ben al di sotto del dato al giugno 2017 (+5,6%), principalmente a seguito dalle riduzioni tariffarie che hanno interessato le coperture auto.

Per il prossimo futuro, Brexit sarà un aspetto di considerevole rilevanza per il  comparto. Infatti, la maggior parte delle compagnie realizza quote di raccolta significative (fra il 6% e il 23%) nel mercato del Regno Unito, il che le costringerà ad adattare i modelli di business.

In linea generale, in tema di Brexit - uno degli elementi di maggiore criticità per il business, già richiamato nel primo volume –,  la Banca centrale  prevede che la maggior parte delle compagnie stabilite in Irlanda possa risentire del potenziale deterioramento delle condizioni economiche, oltre che della volatilità dei mercati finanziari.

L’Irlanda è particolarmente sensibile a questa problematica: molti operatori internazionali che avevano posto il loro quartier generale europeo a Londra sarebbero orientati a spostarsi a Dublino, con molteplici ripercussioni sul business assicurativo irlandese.

Un altro fattore di criticità per il settore è rappresentato dal recepimento del nuovo principio contabile IFRS17, la cui entrata in vigore è fissata per il 2022.  Lo standard introdurrà nuove modalità di calcolo dei proventi associati ai contratti assicurativi, determinando impatti significativi sulla redditività e sulla capacità delle imprese di distribuire dividendi.

L’effetto sarà più marcato in riferimento a polizze a durata pluriennale, per cui le ricadute più evidenti saranno a carico delle compagnie vita.

________________________

(1) Per il primo volume, si veda:Irlanda: fra buone performance e timori per Brexit. Il mercato assicurativo secondo la Banca centrale”, in Panorama Assicurativo n. 180, ottobre 2018 (Sezione “STATISTICHE”).
http://www.panoramaassicurativo.ania.it/admin/plugin/panorama/view.html?id=39984&est=1