Articolo tratto da: PANORAMA ASSICURATIVO (http://www.panoramassicurativo.ania.it/?idcnt=40108)
“L’INVERNO DEL NOSTRO SCONTENTO”: NUOVE MODALITÀ PER VALUTARE I RISCHI DA FREDDO ESTREMO (SCOR)
Rischi agricoli, Cambiamento climatico

 

Gli eventi climatici estremi stanno diventando sempre più frequenti e, tra questi, i periodi di freddo intenso in periodi dell’anno non consueti rappresentano uno dei principali rischi per l’agricoltura: questa è la premessa di un breve report del riassicuratore francese SCOR sulla valutazione dei rischi da freddo estremo (winterkill) e la relativa assicurazione.

I fenomeni di winterkill provocano danni alle colture a causa della esposizione a temperature estreme, in particolare in mancanza della protezione rappresentata dalla neve.

Si tratta di danni che possono interessare raccolti come le colture estensive o i frutteti, in zone che  - come la Lituania o il Midwest degli Stati Uniti -  sono di norma caratterizzate da un clima continentale ma, occasionalmente, possono essere colpite da episodi di freddo molto intenso.

Un esempio è stato l’inverno del 2010-2011 in Lituania, durante il quale il 90% di colture è stato danneggiato.

Si tratta di eventi che, in particolare negli ultimi decenni, si caratterizzano per essere preceduti da lunghi periodi di temperature miti e dall’assenza totale di neve sul terreno: fattori che amplificano in maniera notevole i danni da winterkill.

Per studiare i prodotti assicurativi più adatti, sottolinea il report, è necessaria un’analisi anche storica della frequenza e della severità di questa tipologia di fenomeni.