Articolo tratto da: PANORAMA ASSICURATIVO (http://www.panoramassicurativo.ania.it/?idcnt=40092)
REGNO UNITO: CONSULTAZIONE PRA SULLA GESTIONE DEI RISCHI FINANZIARI DA CLIMATE CHANGE NELLE BANCHE E NELLE ASSICURAZIONI
BOE – BANK OF ENGLAND, – PRUDENTIAL REGULATION AUTHORITY (PRA) - https://www.bankofengland.co.uk/
Cambiamento climatico

 

La Prudential Regulation Authority (PRA) del Regno Unito ha recentemente avviato una pubblica consultazione (CP 23/18) su una bozza di Supervisory Statement   in merito all’approccio di banche e assicurazioni nella gestione di rischi finanziari derivanti dal cambiamento climatico.

Le proposte contenute nel Paper mirano a definire come sistemi efficienti di governance, risk management, analisi di scenario e informativa verso l’esterno possano essere utilizzati dalle imprese a fronte dei rischi finanziari da cambiamento climatico.

L’obiettivo cui punta l’Autorità è far sì  che banche e assicurazioni seguano un approccio strategico nella gestione di tali rischi, tenendo conto delle minacce attuali e di quelle che possono ragionevolmente manifestarsi in futuro e identificando le azioni di mitigazione necessarie.

In particolare, le aspettative di PRA nelle diverse aree sono le seguenti:

  • governance: dovrebbero essere chiari l’impegno e le responsabilità a livello di Board per la gestione dei rischi finanziari derivanti dal cambiamento climatico;
     
  • risk management: i rischi dovrebbero essere affrontati tramite le strutture di risk management presenti all’interno delle imprese, riconoscendo che la natura dei rischi finanziari derivanti dal climate change richiede un approccio strategico;
     
  • analisi di scenario: l’analisi dovrebbe essere condotta (se proporzionata) per dare informazioni sulla pianificazione strategica dell’impresa e determinare l'impatto dei rischi finanziari derivanti dal cambiamento climatico sulla strategia complessiva dell’impresa;
     
  • informativa: le imprese dovrebbero valutare l’importanza di divulgare informazioni su come i rischi finanziari  derivanti dai cambiamenti climatici sono integrati nella governance e nei processi di risk management, incluse le imprese impegnate nelle iniziative di reporting finanziario correlate al clima, come la Task Force on Climate-related Financial Disclosures (TFCD).

È possibile fornire commenti sul Consultation Paper entro il 15 gennaio 2019.